Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna
Buras > Bollettino n.53 - Parte I e II >Deliberazione n. 49/31 del 09/10/2018

Torna Indietro

Deliberazione n. 49/31 del 09/10/2018


Oggetto: Compendio immobiliare sito in Cagliari, località Monte Urpinu denominato Cittadella della solidarietà e del volontariato. Assegnazione di parte dei locali al Centro diocesano di assistenza della Caritas. Definizione criteri affidamento beni agli Enti del Terzo settore e individuazione sede per il Centro di Servizio per il volontariato della Sardegna.

Autore: Giunta regionale

Pubblicato in: Bollettino n.53 - Parte I e II del 29/11/2018

Data di Pubblicazione: 29/11/2018


 

Omissis

La Giunta Regionale

Omissis

Delibera

 

− di assegnare all'Arcidiocesi di Cagliari i locali contrassegnati nell'allegata planimetria con i numeri 55, 58 e 59, siti all'interno della Cittadella della solidarietà e del volontariato istituita presso l'ex 68° Deposito carburanti dell'aeronautica di Monte Urpinu in Cagliari, allo scopo di destinarli a Centro diocesano di assistenza della Caritas;

− di dare mandato al competente Servizio Demanio e Patrimonio della Direzione generale degli Enti Locali e Finanze di stipulare il relativo contratto di locazione sulla base della normativa vigente in materia prevedendo espressamente che tutti gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria siano posti in capo al conduttore;

− di dare mandato alla Direzione generale degli Enti Locali e Finanze di procedere, per il tramite dei competenti Servizi demanio e patrimonio, alla ricognizione dei beni del patrimonio regionale attualmente destinati o da destinare a finalità proprie degli Enti del Terzo settore ed alla declinazione nel dettaglio, in base ai vari Settori di attività, dei criteri generali di seguito riportati cui assegnare, in collaborazione con l'Osservatorio regionale del volontariato e le Direzioni generali del sistema regione competenti per materia, i relativi pesi per definire i requisiti oggettivi e soggettivi di preferenza da utilizzare nelle procedure ad evidenza pubblica per l'assegnazione degli immobili del patrimonio regionale:

1. rilevanza sociale dell'interesse perseguito ed essenzialità del servizio reso;

2. capillarità e diffusione in ambito regionale, valutata anche in ragione degli associati;

3. valutazione qualitativa e quantitativa degli effetti delle attività svolte sulla comunità di riferimento e ricadute del progetto in rapporto alle esigenze del territorio;

4. trasparenza dell'ente (da verificarsi sulla scorta dei bilanci sociali e rendicontazioni) e correttezza nella gestioni dei rapporti con fornitori ed utenza;

− di assegnare all'Ente accreditato come Centro di Servizio per il Volontariato per lo svolgimento delle relative attività l'immobile sito in Cagliari, nella via Falzarego n. 6, dando mandato al competente Servizio demanio e patrimonio della Direzione generale degli Enti Locali e Finanze di stipulare il relativo contratto sulla base delle previsioni contenute nel D.P.R. 13 settembre 2005, n. 296, prevedendo che tutti i lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione siano in capo al conduttore a fronte del pagamento di un canone agevolato da determinarsi ai sensi dell'articolo 12 del citato D.P.R. n. 296/2005. Eventuali immobili di proprietà dell'Amministrazione regionale già detenuti dall'Ente accreditato come CSV dovranno essere riconsegnati al competente Servizio demanio e patrimonio della RAS al momento della stipula del nuovo atto di locazione per l'utilizzo dello stabile di via Falzarego n. 6.

Letto, confermato e sottoscritto.

Il Presidente

Pigliaru

ll Direttore Generale

De Martini