Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna
Buras > Bollettino n.24 - Parte III >Selezione

Torna Indietro

Selezione


Oggetto: Selezione pubblica per titoli e colloquio per l’attribuzione di un incarico quinquennale, con facoltà di rinnovo di Direttore di Struttura Complessa Terapia del Dolore afferente allo Stabilimento Ospedaliero Oncologico Businco.

Autore: Azienda Ospedaliera G.Brotzu

Pubblicato in: Bollettino n.24 - Parte III del 10/05/2018

Data di Pubblicazione: 10/05/2018

Materie: CONCORSI E SELEZIONI


 

Servizio Sanitario Nazionale – Regione Sardegna

 

Azienda Ospedaliera “G. Brotzu”

 

Cagliari

 

Avviso di Selezione Pubblica per L’attribuzione di un incarico di Direttore Struttura Complessa Terapia del Dolore.

 

In esecuzione della Deliberazione n. 525 del 06/03/2018 è indetto avviso di Selezione pubblica per titoli e colloquio per l’attribuzione di un incarico quinquennale, con facoltà di rinnovo di Direttore di Struttura Complessa Terapia del Dolore afferente allo Stabilimento Ospedaliero Oncologico Businco (ruolo: Sanitario; categoria professionale dei medici; area Medicina Diagnostica e dei Servizi; disciplina di Anestesia e Rianimazione) in applicazione dell’art. 15 del D.Lgs. 502/1992 e ss.mm. e ii., del DPR 484/1997, per le parti applicabili, nel rispetto delle Linee di indirizzo regionali approvate con D.G.R. n.24/44 del 27/06/2013.

La presente Selezione è indetta ai sensi delle seguenti norme:

Decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni), art. 15 – Disciplina della Dirigenza Medica e delle Professioni Sanitarie;

D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 484, limitatamente alle disposizioni che concernono i requisiti di ammissione e le modalità di determinazione degli stessi, contenute nei seguenti articoli:

art. 4 “Discipline”;

art. 5 “Requisiti”, ad eccezione del comma 3;

art. 10 “Anzianità di servizio”;

art. 11 “Servizi prestati presso enti o strutture sanitarie pubbliche”;

art.12 “Servizi prestati presso istituti o enti con ordinamenti particolari”;

art. 13 “Servizio prestato all’estero”;

art.15 “ Disposizioni finali e transitorie”, ad eccezione dei commi 4 e 5.

Decreti ministeriali di classificazione delle discipline equipollenti ed affini (in particolare, D.M. 30 gennaio 1998 e successive modificazioni ed integrazioni);

Circolare del Ministero della Sanità 27 aprile 1998 n. DPS-IV/9/11/749, con oggetto “Interpretazioni articoli vari del decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 483, e del decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 484.”;

Al posto e' attribuito il trattamento economico previsto dall'Accordo di lavoro in vigore al momento dell'assunzione in servizio.

Linee guida per l’espletamento delle procedure di conferimento degli incarichi di direzione di struttura complessa alla dirigenza medica, medico veterinaria e sanitaria delle aziende e degli enti del SSR, ai sensi dell’art. 15, comma 7-bis, del D.Lgs. n. 502/1992 (così come modificato dall’art. 4 del d.l. n.158/2012, convertito, con modificazioni, in legge n. 189/2012) approvata con Delib.G.R. n.24/44 del 27/06/2013

Ai sensi dell’art.7 comma 1 del D.Lgs n.165/2001 è garantita la parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed al relativo trattamento sul lavoro.

 

Art. 1 - Definizione del fabbisogno.

Profilo Oggettivo – presentazione aziendale e contesto organizzativo in cui si inserisce la struttura complessa.

Caratteristiche della Azienda Ospedaliera G. Brotzu Cagliari:

L’azienda ospedaliera “G. Brotzu” (di seguito AOB), è costituita nella sua attuale configurazione, secondo quanto disposto dalla Legge Regionale n. 23 del 17/11/2014, che ha previsto l’incorporazione nella stessa che constava del solo istituto ospedaliero “San Michele”, degli istituti ospedalieri “Armando Businco” Ospedale Oncologico di riferimento regionale e “Antonio Cao” Ospedale Pediatrico e delle microcitemie di riferimento regionale.

L’assetto organizzativo generale è definito nell’Atto Aziendale, approvato con deliberazione n. 1857 del 28/09/2017 e divenuto efficace a seguito della valutazione positiva di conformità agli indirizzi regionali espressa con la DGR n. 47/25 del 10/10/2017, di cui si è preso atto con deliberazione n. 1961 del 16/10/2017.

L’AOB ha personalità giuridica pubblica ed è dotata di autonomia imprenditoriale. Eroga assistenza sanitaria polispecialistica, nell’ambito dell’emergenza-urgenza in qualità di DEA di II° livello, della medicina dei trapianti, delle patologie oncologiche, pediatriche e rare. Costituisce HUB di riferimento regionale per le reti di cura oncologica, pediatrica, trapiantologica, terapia del dolore e malattie rare, e HUB di riferimento per il Sud Sardegna per le altre reti di patologia individuate dalla “Ridefinizione della rete ospedaliera della Regione Autonoma della Sardegna”, approvata dal Consiglio Regionale della Sardegna in data 25 ottobre 2017.

L’azienda ospedaliera “G. Brotzu”, inoltre, con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’08/04/1993, è riconosciuta come di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione, con particolare riferimento alla chirurgia dei trapianti.

L’attività dell’AOB è rivolta ad un bacino d’utenza teorico di 600.000 abitanti e si sviluppa in prestazioni sanitarie di diagnosi e cura in regime di ricovero ordinario (in area medica e in area chirurgica), in elezione e da pronto soccorso, in regime di day surgery e day hospital, nonché in prestazioni ambulatoriali e di day service. La dotazione dei posti letto, nell’anno 2017, per acuti e post acuti complessiva è stata di 828, suddivisi in 697 per ricoveri in regime ordinario, 105 per ricoveri in regime di day hospital e 26 per ricoveri in regime di day surgery.

L’AOB promuove l’innovazione terapeutica e tecnologica, lo sviluppo di attività di ricerca e la formazione del personale nell’ottica della centralità del paziente-utente e svolge le proprie funzioni assistenziali in modo unitario e inscindibile nell’ambito del servizio sanitario al fine di concorrere al raggiungimento degli obiettivi di tutela globale della salute dei cittadini.

L’AOB promuove l’attivazione di processi di avanzamento diagnostico, terapeutico e tecnologico in grado di rispondere ai bisogni di salute dei cittadini che, per complessità, gravità e rarità, necessitano di soluzioni innovative collegate allo sviluppo dell’attività di ricerca, anche in collaborazione con altre strutture regionali, nazionali e internazionali.

Inoltre l’AOB promuove l’innovazione gestionale attraverso lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi e riconosce il valore della ricerca clinica e gestionale, anche attivata sulla base di specifici progetti; assicura lo sviluppo delle attività di ricerca presso le proprie articolazioni organizzative mediante l’attivazione di specifiche funzioni di promozione, coordinamento e monitoraggio delle stesse e valorizza il patrimonio biomedico, conoscitivo e gestionale derivante dall’assistenza erogata a sostegno dell’attività di ricerca e innovazione.

L’AOB riconosce la centralità dei bisogni sanitari del cittadino, quale titolare del diritto alla tutela della salute, che si esprime sia a livello individuale che collettivo. La partecipazione degli utenti alle fasi di programmazione delle attività, all’erogazione e alla valutazione della qualità dei servizi offerti e alla tutela dei diritti degli stessi trova i suoi strumenti nella Carta dei Servizi, nell’Ufficio relazioni con il Pubblico (URP), il sito internet ufficiale nelle sezioni “Diamo voce agli utenti” e “Amministrazione trasparente”, nell’organizzazione di audit tematici, eventi e altri incontri aperti e nelle relazioni strutturate con associazioni o singoli utenti.

L’AOB persegue la qualità dell’attività assistenziale attraverso azioni volte a promuovere:

- percorsi assistenziali in grado di avvalersi delle diverse e specifiche competenze professionali allo scopo di realizzare un’assistenza appropriata basata sui bisogni complessivi dei destinatari tramite il lavoro d’equipe e un’organizzazione sinergica tra unità operative coinvolte;

- assicurare agli utenti, la conoscenza dell’offerta assistenziale e la possibilità di usufruire, in maniera appropriata, dei servizi dei quali necessitano, nel tempo e nel luogo più opportuno, entro i limiti delle risorse disponibili;

- offrire prestazioni in condizioni di tutela del rischio legato a possibili fattori ambientali relativamente agli aspetti strutturali, tecnologici ed organizzativi, sia per gli utenti che per gli operatori;

- garantire la tracciabilità delle attività assistenziali erogate attraverso una corretta gestione della documentazione sanitaria e la trasparenza dei processi decisionali clinici, nel rispetto e nella tutela del trattamento dei dati riguardanti lo stato di salute dell’assistito.

La qualità dell’attività amministrativa è perseguita attraverso l’adozione di procedure basate sui principi di legalità, trasparenza, riservatezza, buon andamento, efficacia, efficienza ed economicità che garantiscano la correttezza e l’incisività dell’azione amministrativa e la fruizione dei servizi da parte dei cittadini.

L’AOB, attraverso una specifica attività di integrazione programmata con le articolazioni operative delle aziende sanitarie regionali, si impegna nella realizzazione di specifici percorsi assistenziali nell’ambito della gestione integrata dei pazienti nei percorsi ospedale-territorio. E’ considerata prioritaria la funzione-obiettivo della continuità trasversale dei percorsi di cura, intesa come presa in carico globale dell’assistito con integrazione di tutti i momenti del percorso tra i vari attori dei servizi assistenziali.

Contesto organizzativo aziendale

La S.C. Terapia del Dolore, inserita nel contesto strutturale dello Stabilimento Ospedaliero Oncologico A. Businco, afferisce strutturalmente, come definito nell’Atto Aziendale, al Dipartimento Neuroscienze e Riabilitazione

 

Caratteristiche della Struttura Complessa Terapia del Dolore:

La SC di Terapia del Dolore si occupa del trattamento del dolore cronico legato a malattie neoplastiche e non, attraverso anche trattamenti avanzati di chirurgia antalgica con l’inserzione di elettrostimolatori midollari e dei nervi periferici o posizionamento di pompe impiantate per l’infusione di farmaci per via spinale.

Nell’anno 2016 la struttura che utilizza posti letto tecnici dipartimentali, nello specifico 4 posti letto per i ricoveri in regime ordinario e di 2 posti letto per i Day Hospital, ha effettuato 305 ricoveri ordinari, per un totale di 1164 giornate di degenza, e 397 ricoveri in DH con un totale di 1624 accessi. La struttura è caratterizzata per l’anno 2016 da un peso medio DRG di 1,29, da una degenza media trimmata di 4,92 giorni e da un Indice di Occupazione del 79%.

Nel corso dell’anno 2016 sono state effettuate oltre 700 procedure interventistiche, di cui 362 con presenza di anestesista, e oltre 4000 prestazioni ambulatoriali in SSN per pazienti esterni.

Profilo Soggettivo – competenze specifiche richieste per ricoprire la funzione

Con l’obiettivo di consolidare e ulteriormente sviluppare nell’ambito della equipe medica le competenze e le capacità professionali orientate alle qualificazione delle prestazioni cliniche, al candidato saranno in modo particolare richieste e saranno prioritariamente valorizzate consolidate competenze ed esperienza in ambito sia clinico che organizzativo in particolare:

A) Specifiche competenze tecnico professionali richieste

- Consolidata competenza professionale nel campo delle sindromi dolorose con specifica e comprovata formazione e conoscenza della disciplina ;

- competenza, comprovata attraverso una appropriata casistica di casi seguiti, nella diagnosi clinica e strumentale delle sindromi dolorose, nel trattamento del dolore cronico e nel trattamento delle urgenze algologiche;

- conoscenze e competenze in campo di cure palliative (diagnosi e trattamento dei sintomi refrattari);

- competenza, comprovata attraverso una appropriata casistica di casi seguiti, nella gestione farmacologica del dolore cronico e nell’applicazione delle principali tecniche, invasive e non, di infiltrazione, neurolesione, neuromodulazione e neuro stimolazione, senza e con amplificatore di brillanza, e nell’impianto e gestione di presidi di infusione e stimolazione a permanenza;

- competenza comprovata nella gestione del dolore oncologico sia in pazienti in trattamento causale che fuori terapia in coordinamento e collaborazione con la Oncologia medica secondo i principi di “simultaneous care” e “continuous care”;

- competenza nello sviluppo e gestione di percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali, a valenza ospedaliera e territoriale, per il trattamento del paziente affetto da sindromi dolorose croniche nell’ambito dei gruppi multidisciplinari e multiprofessionali,;

- comprovata formazione ed esperienza finalizzata a promuovere l’appropriatezza nelle decisioni cliniche ed organizzative della équipe e nell’uso appropriato ed efficiente delle tecnologie e delle risorse con particolare riferimento dei dispositivi impiantabili;

- significativa esperienza di ricerca clinica, comprovata da adeguata produzione scientifica, in ambito nazionale e/o internazionale;

- capacità di attuare tecniche e strumenti per la gestione del rischio clinico, attraverso il monitoraggio degli eventi avversi, l’analisi degli stessi e la revisione continua dei modelli operativi.

B) Competenze organizzative e gestionali richieste:

- capacità di organizzazione dell’attività e di gestione del personale in accordo con la mission aziendale e con gli istituti contrattuali;

- capacità di lavorare per obiettivi secondo strategie Aziendali, conoscenza del sistema budget coinvolgendo tutte le figure professionali di propria competenza valutando le implicazioni economiche correlate alle specifiche modalità organizzative e professionali coerentemente alle specifiche direttive Aziendali e secondo principi di sostenibilità economica;

- conoscenza dell’uso dei sistemi di governo clinico, propensione all’innovazione organizzativa e gestione del cambiamento finalizzato all’ottimizzazione del processo di appropriatezza clinica/professionale;

- attitudine allo sviluppo di processi di miglioramento continuo della qualità;

- orientamento all'innovazione e esperienza di collaborazione con altre strutture a livello nazionale e internazionale;

- conoscenza e capacità di utilizzo dei sistemi informativi sanitari;

- conoscenza dell’atto aziendale e della sua articolazione, oltre ai modelli dipartimentali e il loro funzionamento, del sistema di valutazione e del sistema incentivante vigente.

 

Requisiti Generali di Ammissione

a) Cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione europea;

b) Idoneità fisica all'impiego. L’ accertamento dell’idoneità fisica all’impiego è effettuato dall’AOB prima dell’inizio dell’incarico.

c) Godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo.

d) Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni.

 

Requisiti specifici di ammissione

- Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici – Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;

- Laurea in Medicina e Chirurgia

- Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina di cui al presente avviso o disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina;

L'anzianità di servizio richiesta deve essere maturata presso amministrazioni pubbliche, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, istituti o cliniche universitarie e istituti zooprofilattici sperimentali salvo quanto previsto dagli articoli 11, 12, 13 del D.P.R. 484/97.

Ai sensi dell’art. 1 del Decreto 23 marzo 2000 n. 184 “Regolamento relativo ai criteri per la valutazione del servizio prestato in regime convenzionale ai fini della partecipazione ai concorsi per l’accesso al secondo livello dirigenziale del personale del Servizio sanitario nazionale ai sensi dell’articolo 72, comma 13, della legge 23 dicembre 1998, n. 448”, ai fini dell’accesso all’incarico di direzione di struttura complessa del Servizio sanitario nazionale è valutabile, nell’ambito del requisito di anzianità di servizio di sette anni richiesto ai medici in possesso della specializzazione, dall’articolo 5, comma 1, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 484, il servizio prestato in regime convenzionale a rapporto orario presso le strutture a diretta gestione delle aziende sanitarie e del Ministero della sanità in base ad accordi nazionali;

-Curriculum ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 10.2.97 n. 484 in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza, ai sensi dell’art.6 del citato D.P.R.

-Attestato di formazione manageriale. Fino all’espletamento del primo corso di formazione manageriale di cui all’art. 7 del D.P.R. 10.2.97 n.484, l’incarico di Direttore di Struttura Complessa, è attribuito senza l’attestato di formazione manageriale, fermo restando l’obbligo di acquisire l’attestato nel primo corso utile. Il mancato superamento del primo corso, attivato dalla regione successivamente al conferimento dell'incarico, determina la decadenza dall'incarico stesso. I requisiti prescritti per l’ammissione al concorso devono essere tutti posseduti entro la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.

Ai sensi dell’art. 3 c.7 della Legge 15/5/97 n. 127, come modificato dalla Legge 16/6/98 n. 191, sono aboliti i titoli preferenziali relativi all’età.

Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione all’avviso.

 

Domanda di ammissione all'avviso

La domanda di ammissione al concorso dovrà:

a) essere redatta su carta libera, secondo il facsimile allegato;

b) contenere, l’esatta dichiarazione, sotto la propria responsabilità, di quanto segue:

1. cognome e nome in stampatello se la domanda non sia dattiloscritta, Codice Fiscale;

2. la data, il luogo di nascita e la residenza;

3. il possesso della cittadinanza italiana o equivalente. I cittadini rientranti nell’ambito di applicazione del D.P.C.M. 07.02.1994 dovranno altresì dichiarare di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

4. il Comune nelle cui liste elettorali il concorrente è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;

5. le eventuali condanne penali riportate (ovvero di non avere riportato condanne penali);

6. i titoli di studio posseduti con indicazione di denominazione del titolo, istituto sede e data di conseguimento;

7. l’iscrizione al relativo albo professionale;

8. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

9. gli eventuali servizi prestati presso pubbliche Amministrazioni e le cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

10. l’indirizzo al quale dovranno essere trasmesse le comunicazioni relative al concorso; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata ai sensi del precedente punto 2);

11. il consenso al trattamento dei dati personali.

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 30.06.2003, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le strutture amministrative dell'AOB per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati presso una banca dati eventualmente automatizzata anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle amministrazioni pubbliche eventualmente interessate allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridico economica del candidato.

L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 della citata legge tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché di alcuni diritti complementari tra cui quello di fare rettificare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché, ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

c) essere sottoscritta in originale dal candidato, pena l’inammissibilità dell’aspirante. Ai sensi dell’art. 3 comma 5 della legge 15/5/97 n. 127, la firma in calce alla domanda non è più soggetta ad autenticazione.

 

Documentazione da allegare alla domanda

Ai sensi delle norme vigenti in materia, dovranno essere autocertificati:

a) titoli specifici:

_ anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina di cui al presente avviso o disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente, ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina;

_ attuale iscrizione all’albo professionale dell’ordine dei Medici.

Alla domanda devono essere allegati:

a) curriculum professionale, ai sensi dell’art. 8 D.P.R. 484/97, datato e firmato.

Ai sensi delle Linee guida approvate con Delib.G.R. n.24/44 del 27/06/2013 ed in ottemperanza agli obblighi di trasparenza, nel rispetto delle indicazioni contenute nella deliberazione, adottata dal Garante per la protezione dei dati personali, n. 88 del 02.03.2011 relativa a: “Linee guida in materia di trattamento di dati personali contenuti anche in atti e documenti amministrativi effettuato da soggetti pubblici per finalità di pubblicazione e diffusione sul web”; i curricula inviati dai candidati, presentatisi al colloquio, verranno pubblicati sul sito internet aziendale.

La Commissione non potrà prendere in considerazione titoli non documentati formalmente o non comprovati con dichiarazioni rese ai sensi del DPR 28.12.2000 n. 445.

b) dettagliato elenco cronologico delle pubblicazioni in cui siano evidenziate quelle ritenute più significative;

c) elenco in triplice copia, in carta semplice, dei titoli e documenti presentati, numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo e con indicazione del relativo stato (se originale o fotocopia autenticata);

d) fotocopia non autenticata della carta di identità o altro documento di riconoscimento in corso di validità;

e) certificazione dell’Ente o Azienda relativa alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato.

La casistica operatoria deve essere riferita al decennio precedente alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del presente avviso e deve essere certificata dal Direttore Sanitario sulla base dell’attestazione del Direttore Responsabile del competente Dipartimento o Struttura Complessa dell’Azienda Sanitaria in cui il candidato ha prestato servizio.

I contenuti del curriculum, esclusi quelli relativi alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato e le pubblicazioni possono essere autocertificati.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e devono essere allegate; possono essere prodotte in originale, in copia legale o autenticata, ovvero in fotocopia, ai sensi di legge.

In particolare:

- sono esclusi dalla dichiarazione sostitutiva i certificati medici e sanitari;

- la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime, dovranno essere documentate attraverso attestazione rilasciata dall’Azienda presso la quale l’attività è stata svolta.

Ai sensi dell’art. 15 della legge 12.11.2011 n. 183, le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione riguardanti stati, qualità personali e fatti sono sempre sostituite dalle dichiarazioni di cui agli artt. 45 (dichiarazioni sostitutive di certificazioni) e 46 (dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà) del D.P.R. 445 del 28.12.2000.

Il possesso dei requisiti di ammissione ed i titoli e servizi che il candidato ritenga opportuno presentare agli effetti della ammissione e agli effetti della valutazione devono essere dichiarati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà. La dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà (art. 46 e 47 DPR 445 del 28.12.2000) deve obbligatoriamente riportare la seguente dicitura: “il sottoscritto consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci o non più rispondenti a verità e di formazione o uso di atti falsi, si applicheranno le sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del vigente Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa e che, ai sensi dell’art. 75 del Testo unico citato decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, sotto la sua personale responsabilità dichiara …”

L’amministrazione procede ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e qualora dovessero emergere ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti, sono applicabili le sanzioni penali previste dalla normativa vigente.

Non saranno prese in considerazione dichiarazioni sostitutive redatte senza precise indicazioni di oggetto, tempi e luoghi relativi a titoli, servizi, stati e qualità oggetto della dichiarazione stessa.

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà può riguardare anche il fatto che la copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una pubblica amministrazione, la copia di una pubblicazione ovvero la copia di titoli di studio o di servizio sono conformi all’originale.

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, qualora non sia stata sottoscritta dall'interessato in presenza del personale addetto, dovrà essere inviata unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità.

Si precisa che, ai fini della valutazione della specializzazione, è richiesta l’indicazione della normativa in base alla quale è stata conseguita la stessa (D.Lgs. n. 257/91 e D.Lgs. 368/99), la relativa durata nonché l’indicazione completa dell’istituto che ha rilasciato il titolo medesimo.

Nella dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà relativo ai servizi prestati deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 del D.P.R. 761/79. In caso positivo, l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio di anzianità.

Si precisa, inoltre, che ai fini della valutazione del servizio militare la dichiarazione sostitutiva dovrà contenente tutti gli estremi per una corretta valutazione (periodo di svolgimento, qualifica rivestita e struttura presso la quale è stato prestato).

Le omesse o incomplete presentazioni o dichiarazioni non permetteranno l’assegnazione di alcun punteggio.

I requisiti per l’ammissione all’avviso devono essere posseduti prima della scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.

Decade dall’impiego chi sia stato assunto a seguito di presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

E’, in ogni modo, condizione risolutiva del contratto, senza obbligo di preavviso, l’intervenuto annullamento o revoca della procedura di assunzione che ne costituisce il presupposto.

 

Modalità per la presentazione delle domande

Le domande di ammissione al concorso redatte, su carta semplice, ai sensi dell’art. 3 del D.P.R. n°483/1997, ed indirizzate al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera G. Brotzu – Piazzale A.Ricchi - Cagliari, devono pervenire entro il termine del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Le domande potranno essere presentate secondo le modalità seguenti:

- spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata:

Al Direttore Generale - Azienda Ospedaliera G. Brotzu - Piazzale A. Ricchi, 09134 Cagliari

- tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo:

P.E.C. concorsi.selezione@pec.aobrotzu.it

Le comunicazioni pervenute all'indirizzo P.E.C. dell’Azienda Ospedaliera G. Brotzu saranno opportunamente acquisite e trattate esclusivamente se provenienti da indirizzi di posta elettronica certificata. Eventuali comunicazioni provenienti da caselle di posta NON certificate non saranno acquisite.

Per la validità dell’invio informatico il candidato dovrà utilizzare a propria volta una casella elettronica certificata. L’indirizzo della casella PEC del mittente deve essere obbligatoriamente riconducibile, univocamente, all’aspirante candidato. Non sarà, pertanto, ritenuta ammissibile la domanda inviata da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata all’indirizzo di posta elettronica certificata sopra indicato.

In caso di invio informatico, fatto salvo il rispetto di tutte le altre prescrizioni previste dal presente avviso, l’invio della domanda e dei relativi allegati, deve essere effettuato, in unico file in formato PDF, tramite l’utilizzo della posta elettronica certificata tradizionale (PEC) personale del candidato.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto. Non saranno considerate prodotte in tempo utile le domande che pervengano (anche tramite P.E.C.) dopo il termine sopraindicato, qualunque sia la causa del ritardato arrivo.

Qualora detto giorno sia festivo, o un sabato, il termine è prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo.

Le domande di ammissione si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo di raccomandata, con avviso di ricevimento, entro il termine indicato; a tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante.

Nella domanda ciascun candidato dovrà indicare se intende o meno aderire all’opzione per il rapporto di lavoro esclusivo, tale opzione è immodificabile per tutta la durata dell’incarico.

 

Commissione Esaminatrice

La Commissione Esaminatrice è composta dal Direttore Sanitario dell’AOB e da tre Direttori di Struttura Complessa nella disciplina oggetto della presente selezione, sorteggiati da un unico elenco nazionale tenuto dal Ministero della Salute.

Per ogni componente Titolare è sorteggiato un componente Supplente, fatta eccezione per il Direttore Sanitario.

Qualora venissero sorteggiati tre Direttori di Struttura Complessa nell’ambito di Aziende della Regione Sardegna, non si procederà alla nomina del terzo sorteggiato e si proseguirà fino ad individuare almeno un componente Direttore di Struttura Complessa in Regione diversa.

La stessa modalità si applica anche per il sorteggio dei componenti supplenti.

Qualora al momento del sorteggio il suddetto elenco nazionale non dovesse essere pubblicato, l’AOB utilizzerà gli elenchi regionali approvati dalla G.R. .

All’uopo si rende noto fin d’ora che il sorteggio dei componenti della Commissione esaminatrice relativa alla presente Selezione avrà luogo presso la Direzione Sanitaria dell’Azienda Ospedaliera “G. Brotzu” – Piazzale A. Ricchi, 1 – Cagliari, con inizio alle ore 9.00 del 7° giorno successivo alla scadenza del termine per la presentazione delle domande.

Il sorteggio non verrà effettuato in mancanza di domande.

Qualora detto giorno sia sabato o festivo, la data è spostata al primo giorno successivo non festivo.

In caso di rinuncia dei componenti estratti, si procederà ad un nuovo sorteggio al 7° giorno successivo alla prima estrazione, con le medesime modalità, luogo e ora del primo sorteggio.

 

Convocazione Candidati

I candidati saranno convocati per sostenere il colloquio almeno quindici giorni prima del giorno fissato con raccomandata con avviso di ricevimento.

I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di documento di identità in corso di validità.

La mancata presentazione al colloquio,costituisce rinuncia alla selezione.

 

Le macroaree di valutazione ed i relativi punteggi

La Commissione effettuerà la valutazione dei candidati sulle aree di valutazione (curriculum, colloquio e opzione per il rapporto esclusivo) assegnando il relativo punteggio.

La Commissione per la valutazione sulle macroaree avrà a disposizione complessivamente 100 punti così ripartiti:

a) 35 punti per il curriculum,

b) 60 punti per il colloquio.

c) 5 punti per il rapporto esclusivo

La terna degli idonei sarà composta, dai candidati che abbiano raggiunto o superato la soglia minima pari almeno al 50% del punteggio massimo attribuibile a ciascuna macro area.

La valutazione del curriculum terrà in considerazione le :

a) Esperienze professionali: massimo 23 punti

In relazione al fabbisogno definito, in tale ambito verranno prese in considerazione le esperienze professionali del candidato

- della tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e la tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;

- della posizione funzionale del candidato nelle strutture e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione, ruoli di responsabilità rivestiti, lo scenario organizzativo in cui ha operato il dirigente e i particolari risultati ottenuti nelle esperienze professionali precedenti;

- della tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato anche con riguardo all’attività/casistica trattata nei precedenti incarichi, misurabile in termini di volume e complessità;

Il relativo punteggio verrà attribuito in relazione a:

- attinenza e rilevanza rispetto al fabbisogno definito;

- caratteristiche dell’azienda e della struttura in cui il candidato ha maturato le proprie esperienze, in relazione al fabbisogno oggettivo;

- durata, continuità e rilevanza dell’impegno professionale del candidato,

-tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato, anche con riguardo alla attività/ casistica trattata nei precedenti incarichi, misurabile in termini di volume e complessità.

b) Attività di formazione, studio, ricerca e produzione scientifica: massimo 12 punti

Tenuto conto del fabbisogno definito, in tale ambito verranno presi in considerazione:

- i soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione dei tirocini obbligatori;

- l’attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, di laurea o di specializzazione ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario;

- la partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all'estero, in qualità di docente o di relatore;

- la produzione scientifica, valutata in relazione all’attinenza alla disciplina ed in relazione alla pubblicazione su riviste nazionali ed internazionali, caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori , nonché al suo impatto sulla comunità scientifica;

- la continuità e la rilevanza dell’attività pubblicistica e di ricerca svolta nel corso dei precedenti incarichi.

Il relativo punteggio verrà attribuito in relazione a:

- attinenza e rilevanza rispetto al fabbisogno definito;

- durata, continuità e rilevanza delle esperienze del candidato;

- rilevanza delle strutture nell’ambito delle quali sono state svolte;

- pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori.

Nell’ambito del colloquio verranno valutate:

a) capacità professionali nella specifica disciplina con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, rispondenti al fabbisogno determinato dall’Azienda: massimo punti 26

b) capacità gestionali, organizzative e di direzione con riferimento alle caratteristiche dell’incarico da svolgere, rispondenti al fabbisogno determinato dall’Azienda: massimo punti 34

La Commissione, nell’attribuzione dei punteggi terrà conto della chiarezza espositiva, della correttezza delle risposte, dell’uso di linguaggio scientifico appropriato, della capacità di collegamento con altre patologie o discipline o specialità per la miglior risoluzione dei quesiti anche dal punto di vista dell’efficacia e dell’economicità degli interventi.

Il colloquio è altresì diretto a testare la visione e l’originalità delle proposte sull’organizzazione della struttura complessa, nonché l’attitudine all’innovazione ai fini del miglioramento dell’organizzazione e della soddisfazione degli stakeholders della struttura stessa.

Prima dell’espletamento del colloquio, la Commissione, con il supporto specifico del Direttore Sanitario, illustrerà nel dettaglio il contenuto, oggettivo e soggettivo, della posizione da conferire, affinché i candidati possano esporre interventi mirati ed innovativi volti al miglioramento della struttura, sia dal punto di vista clinico che organizzativo.

Il colloquio deve svolgersi in un’aula aperta al pubblico, ferma restando la possibilità di non far assistere alle operazioni relative gli altri candidati, qualora la Commissione intenda gestire il colloquio con modalità uniformi, somministrando ai candidati le medesime domande.

All’esito della selezione e del processo di valutazione, la Commissione attribuisce ad ogni candidato un punteggio, redige il verbale delle operazioni condotte e predispone la relazione finale.

Il verbale e la relazione della Commissione sono trasmessi formalmente al Direttore Generale, con specifica indicazione di una terna di candidati idonei.

La terna è composta dai candidati che hanno raggiunto il miglior punteggio.

 

Pubblicità

Il presente avviso viene pubblicato per esteso sul Bollettino Ufficiale della Regione Sardegna sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e sul sito aziendale www.aobrotzu.it nella sezione Concorsi e Selezioni per tutta la durata della procedura della selezione.

Sono inoltre pubblicati prima della nomina:

a) il profilo professionale/fabbisogno;

b) i curricula dei candidati presentatisi al colloquio;

c) il provvedimento di nomina della Commissione di selezione;

d) il verbale contenente i giudizi della Commissione riferiti ai curricula ed al colloquio;

e) le motivazioni della scelta da parte del Direttore Generale, laddove intenda nominare uno dei due candidati che non ha conseguito il migliore punteggio.

 

Conferimento incarico:

Ai sensi del d.lgs. 502/92, art. 15, comma 7 bis, lettera b), il Direttore Generale individua il candidato da nominare nell’ambito della terna di idonei, predisposta dalla Commissione.

L’incarico di di direzione della struttura complessa verrà conferito dal Direttore Generale ad un candidato individuato nel’ambito della terna degli idonei, composta sulla base dei migliori punteggi attribuiti.

Nell’ipotesi in cui il Direttore intenda nominare un candidato diverso da quello a cui è stato attribuito il maggior punteggio in sede di valutazione, anche tenendo conto del criterio preferenziale dell’esclusività del rapporto di lavoro; tale scelta deve essere congruamente motivata.

L’incarico avrà durata di cinque anni, con facoltà di rinnovo.

 

Il contratto individuale

Il Direttore Generale provvede alla stipulazione di un contratto individuale di lavoro con il vincitore della selezione.

Il contratto deve obbligatoriamente contenere, a pena di nullità:

a) denominazione e tipologia dell’incarico attribuito;

b) obiettivi generali da conseguire, relativamente all’organizzazione ed alla gestione dell’attività clinica (ad es.: sviluppo/consolidamento di competenze professionali, sviluppo di attività in settori particolari);

c) opzione per il rapporto di lavoro esclusivo e previsione dell’immodificabilità dello stesso per l’intera durata del rapporto;

d) periodo di prova e modalità di espletamento della stessa, ai sensi del novellato art. 15, comma 7-ter, del d.lgs. n. 502/1992;

e) durata dell’incarico (data di inizio e data di scadenza);

f) possibilità di rinnovo;

g) modalità di effettuazione delle verifiche;

h) valutazione e soggetti deputati alle stesse;

i) retribuzioni di posizione connessa all’incarico (indicazione del valore economico);

j) cause e condizioni di risoluzione del rapporto di lavoro e dell’incarico;

k) obbligo di frequenza del corso manageriale ex art.15 D.P.R.n.484/1997, una volta reso disponibile dal sistema sanitario ragionale, con la precisazione che la mancata partecipazione e il mancato superamento del primo corso utile successivamente al conferimento dell’incarico, determina la decadenza dall’incarico stesso.

 

Valutazione, Conferma, Verifiche

L’incarico di Direttore di Struttura Complessa è soggetto a conferma al termine di un periodo di prova di sei mesi, prorogabile di altri sei, a decorrere dalla data di nomina a detto incarico, sulla base della valutazione di cui al comma 5 dell’art. 15 del D.Lgs. 502/92.

Il Direttore di Struttura Complessa è sottoposto a una valutazione al termine dell’incarico, attinente alle attività professionali, ai risultati raggiunti e al livello di partecipazione ai programmi di formazione continua, effettuata dal Collegio Tecnico, nominato dal Direttore Generale, e presieduto dal Direttore di Dipartimento con le modalità definite alla contrattazione nazionale.

Il Direttore di Struttura Complessa è sottoposto a una verifica annuale correlata alla retribuzione di risultato, secondo le modalità definite dalle Regioni; degli esiti positivi di tali verifiche si tiene conto nella valutazione professionale allo scadere dell’incarico.

L’esito positivo della valutazione professionale determina la conferma nell’incarico o il conferimento di altro incarico di pari rilievo, senza nuovi o maggiori oneri per l’azienda, fermo restando quanto previsto dall’art. 9 comma 32 del Decreto Legge 31.05.2010, n. 78 convertito dalla Legge 30.07.2010, n. 122.

 

Adempimenti del candidato al quale è conferito l’incarico

L’Azienda, prima di procedere alla stipulazione del contratto di lavoro individuale ai fini dell’assunzione, invita il destinatario a presentare, entro il termine di trenta giorni, una dichiarazione sostitutiva di certificazione.

Prima di procedere al conferimento dell’incarico l’AOB sottopone il candidato a visita medica per accertare la sussistenza della incondizionata idoneità sanitaria alla mansione.

 

Norme Finali

L'amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, revocare o modificare in tutto o in parte il presente avviso a suo insindacabile giudizio, qualora ne rilevasse la necessità o l'opportunità per ragioni di pubblico interesse. Per quanto non particolarmente contemplato nel presente bando si intendono qui richiamate, a tutti gli effetti, le disposizioni di legge e regolamentari vigenti in materia.

Al fine di garantire la trasparenza, l’imparzialità e la pubblicità dell’attività amministrativa in applicazione di quanto disposto dalla Legge 241/90 e successive modificazioni e integrazioni, dal DPR n. 184/2006, tutti gli atti, nonché la relativa documentazione inerente la procedura concorsuale di che trattasi sono soggetti al diritto di accesso da parte degli aventi diritto, che potrà essere esercitato dalla conclusione del procedimento medesimo.

Con la partecipazione al concorso è implicita da parte dei concorrenti l'accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Aziende Ospedaliere,ivi compreso il consenso alla pubblicazione del proprio curriculum e di ogni altro elemento indicato nel presente bando.

L’Azienda Ospedaliera non intende avvalersi della possibilità di utilizzare gli esiti della presente procedura selettiva, nel corso dei due anni successivi alla data del conferimento dell’incarico, nel caso in cui il dirigente a cui verrà attribuito l’incarico dovesse dimettersi o decadere, conferendo l’incarico stesso ad uno dei due professionisti facenti parte della terna iniziale.

Qualora per ragioni oggettive ricorrano motivi che impediscano la conclusione della procedura selettiva entro sei mesi decorrenti dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande indicato nel pubblico avviso, ne verrà data comunicazione agli interessati nel sito internet aziendale.

Per informazioni rivolgersi al Servizio del Personale – Piazzale A.Ricchi oppure consultare il sito internet www.aobrotzu.it- Sezione Concorsi e Selezioni.

Il Direttore Generale

Dr.ssa Graziella Pintus