Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna
Buras > Bollettino n.34 - Parte I e II >Deliberazione n. 10 del 19/06/2018

Torna Indietro

Deliberazione n. 10 del 19/06/2018


Oggetto: Comune di Tadasuni – Studio di compatibilità idraulica e di compatibilità geologica e geotecnica del centro inerente il Piano particolareggiato del centro di antica e prima formazione del Comune di Tadasuni ai sensi dell’art. 8 delle Norme di Attuazione del P.A.I. – Approvazione.

Autore: Presidenza della Regione - Autorità di bacino regionale della Sardegna

Pubblicato in: Bollettino n.34 - Parte I e II del 19/07/2018

Data di Pubblicazione: 19/07/2018


 

Il Presidente

 

Omissis

 

Il Comitato Istituzionale

 

Omissis

 

Delibera

 

- di approvare, con le prescrizioni di cui ai successivi punti, lo studio di compatibilità idraulica e compatibilità geologica e geotecnica ai sensi dell’art. 8 comma 2 delle Norme di Attuazione del PAI previgenti al Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 35 del 27.04.2018 (Buras n. 23 del 03.05.2018) relativo al Piano particolareggiato del centro di antica e prima formazione del Comune di Tadasuni, limitatamente alla definizione delle aree a pericolosità da frana e idraulica e costituito dai seguenti elaborati e tavole:

 

n

Elaborati

Descrizione

Rif.

1

1c A

Studio di compatibilità idraulica ai sensi dell’art. 8 c. 2 delle N.A. del P.A.I.

2559 del 29.03.2018

2

1c B

Studio di compatibilità geologica e geotecnica ai sensi dell’art. 8 c. 2 delle N.A. del P.A.I.

2559 del 29.03.2018

6

1g

Pericolosità da frana

2559 del 29.03.2018

 

- di approvare contestualmente anche la cartografia in formato digitale vettoriale, conforme ai corrispondenti elaborati in formato cartaceo, delle mappe della pericolosità idrogeologica di cui sopra. Tale cartografia costituisce aggiornamento della banca dati del PAI pubblicata sul Geoportale della Regione Sardegna;

- che conformemente a quanto previsto nell’art. 65, comma 7 del Decreto Legislativo 152/2006, le nuove aree di pericolosità idrogeologica individuate dallo studio di cui al precedente punto, a decorrere dalla data di pubblicazione sul BURAS della presente delibera, siano soggette alle misure di salvaguardia di cui all’art. 4, art. 8 commi 8, 9, 10, 11 e 12, artt. 23, 24, 25, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33 e 34 delle Norme di Attuazione del PAI e che, nel caso di sovrapposizione di perimetri di aree pericolose di diversa tipologia o grado di pericolosità, fra quelle della pianificazione vigente in materia di assetto idrogeologico e quelle individuate dallo studio in oggetto, si applicano le prescrizioni più restrittive nelle sole zone di sovrapposizione;

- che, in considerazione della validità triennale delle norme di salvaguardia di cui al punto precedente, il Comune di Tadasuni attivi, ai sensi dell’art. 37 delle Norme di Attuazione del PAI, le procedure preordinate all’adozione e successiva approvazione delle varianti al PAI, per le nuove aree a pericolosità idrogeologica di cui sopra individuate nello studio;

- che, nelle more dell’approvazione delle nuove perimetrazioni come varianti PAI, il Comune di Tadasuni recepisca, nelle Norme Tecniche di Attuazione dello strumento urbanistico vigente, le limitazioni d’uso prescritte dalle Norme di Attuazione del PAI per gli ambiti a pericolosità media, elevata e molto elevata da frana e idraulica individuati nel presente studio;

- che, particolare considerazione venga posta nell’osservanza dell’art. 8 commi 8, 9, 10 e 12 delle Norme di Attuazione del PAI in relazione alla regolamentazione e istituzione delle fasce speciali di tutela, per quanto concerne le aree individuate a pericolosità da frana.

- che in ottemperanza all’art. 47, “Invarianza Idraulica”, delle Norme di Attuazione del PAI, il Comune di Tadasuni provveda a vigilare sull’effettiva attuazione degli interventi atti a garantire il rispetto del principio dell’invarianza idraulica a seguito della trasformazione dei luoghi;

- che, in relazione alla presenza delle aree a pericolosità idrogeologica individuate e per le variate condizioni di rischio il Comune predisponga o adegui la pianificazione comunale di Protezione Civile di cui al D.Lgs.1/2018.

La presente deliberazione del Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino Regionale dovrà essere pubblicata all’albo pretorio del Comune e dell’avvenuta pubblicazione dovrà essere data informativa al Segretario Generale dell’Autorità di Bacino Regionale.

Gli elaborati sopra approvati di cui alla presente deliberazione sono depositati presso la Presidenza - Direzione Generale Agenzia Regionale del Distretto Idrografico della Sardegna, in Via Mameli 88 – 1° piano, Cagliari.

La presente deliberazione sarà trasmessa, per gli eventuali adempimenti di competenza alla Direzione Generale della Protezione Civile, e sarà pubblicata sul sito internet della Regione Sardegna e, per estratto, nel Buras.

Letto, confermato e sottoscritto.

Per il Presidente del Comitato Istituzionale

Balzarini

Il Segretario Generale

Piras