Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna
Buras > Bollettino n.53 - Parte I e II >Deliberazione n. 45/7 del 11/09/2018

Torna Indietro

Deliberazione n. 45/7 del 11/09/2018


Oggetto: Criteri per l’assegnazione alle Associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.) o Società sportive senza scopo di lucro di compendi di proprietà regionale destinati all’attività sportiva al fine della relativa valorizzazione ed ammodernamento.

Autore: Giunta regionale

Pubblicato in: Bollettino n.53 - Parte I e II del 29/11/2018

Data di Pubblicazione: 29/11/2018


 

Omissis

La Giunta Regionale

Omissis

Delibera

 

- di prevedere che le locazioni o concessioni per l'utilizzo di terreni e/o fabbricati destinati o da destinare ad attività sportive possano essere rilasciate, mediante procedure ad evidenza pubblica, in favore delle Associazioni sportive dilettantistiche (A.S.D.) o Società sportive senza scopo di lucro per la durata massima di anni trenta da determinarsi in ragione degli interventi di valorizzazione, ammodernamento e manutenzione straordinaria che i sodalizi si impegnano ad eseguire a propria cura e spese sui compendi regionali;

- di stabilire che nelle procedure ad evidenza pubblica tese al rilascio delle locazioni o concessioni dei compendi regionali destinati all'attività sportiva, siano adottati i seguenti criteri oggettivi e requisiti soggettivi di preferenza, per ciascuno dei quali sarà determinato il relativo peso in relazione al livello posseduto

a. entità dell'investimento e tipologia dell'intervento preventivato, da valutarsi anche in ragione delle ricadute in termini di maggiore fruibilità dell'impianto da parte degli associati e della cittadinanza e del conseguimento delle finalità sociali cui è preordinata l'attività delle associazioni o delle società sportive;

b. essere radicate nel territorio ove è situato il compendio regionale da assegnare, testimoniato dal numero di anni di presenza e dalle iniziative realizzate sul territorio comunale ove ricade il bene oggetto della gara;

c. essere costituite da almeno 10 anni;

d. avere un settore giovanile, certificato dalla federazione di appartenenza, per l'avviamento allo sport degli under 18;

e. svolgere attività con finalità sociali e di prevenzione dalle devianze;

- di privilegiare l'assegnazione, nell'ipotesi di domande concorrenti per compendi già in uso, ove il punteggio finale conseguito dell'offerta presentata da chi già fruisce dell'immobile risulti, sulla base dei criteri di cui sopra, il medesimo di quello di altro sodalizio partecipante alla gara, in favore della ASD o società sportiva che già detiene il bene regionale, a condizione che la stessa abbia un regolare contratto di locazione o concessione e che sia in regola coi pagamenti dei canoni dovuti;

- di disporre che:

1. gli interventi previsti, in caso di durata trentennale, siano ultimati entro 10 anni dalla data di stipula dell'atto a pena di risoluzione o decadenza del medesimo;

2. gli interventi di ammodernamento e valorizzazione accordati, al termine del titolo ed a prescindere dalla durata di quest'ultimo, siano di diritto acquisiti al patrimonio della Regione Autonoma della Sardegna;

3. il canone di locazione o concessione sia determinato in misura agevolata secondo le modalità previste dall'art. 12 del D.P.R. 13 settembre 2005, n. 296, costituente quadro normativo di riferimento per l'amministrazione regionale giusta deliberazione n. 24/25 del 19 maggio 2009;

4. di dare mandato ai competenti Servizi Demanio e Patrimonio della Direzione generale Enti Locali e Finanze di procedere alla ricognizione dei terreni e dei fabbricati regionali destinati o da destinare ad attività sportive ed avviare le procedure di gara per l'assegnazione dei medesimi secondo le finalità e modalità di cui sopra

Letto, confermato e sottoscritto.

Il Presidente

Pigliaru

ll Direttore Generale

De Martini