Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna
Buras > Bollettino n.17 - Parte III >Selezione

Torna Indietro

Selezione


Oggetto: Avviso pubblico per il conferimento dell’incarico di Direzione di Struttura Complessa “Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia”.

Autore: Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari

Pubblicato in: Bollettino n.17 - Parte III del 29/03/2018

Data di Pubblicazione: 29/03/2018

Materie: CONCORSI E SELEZIONI


 

AOU Sassari

 

Azienda Ospedaliero – Universitaria di Sassari

 

Avviso pubblico per il conferimento dell’incarico di Direzione di Struttura Complessa “Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia”

 

Si rende noto che in esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n.135 del 22/02/2018, è indetto Avviso Pubblico, per il conferimento dell’incarico di Direzione della Struttura Complessa di Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia.

 

La procedura è espletata ai sensi dell’art.15 del D.Lgs. 30.12.92 n. 502 e s.m.i., come modificato dall’art.4 del D.L. n.158/2012,convertito in Legge n. 189 del 08.11.2012, del DPR n. 484/10.12.97 (artt.3/8;10/13;15), della delibera della G.R. n. 24/44 del 27/06/2013 nonché dei CCNL vigenti per l’area della Dirigenza Medica.

 

Requisiti generali per l'ammissione

 

a) Cittadinanza italiana, salvo le equiparazioni previste, ovvero cittadinanza di un Paese dell’Unione Europea;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) idoneità fisica specifica alle mansioni. Il relativo accertamento sarà effettuato a cura dell’Azienda Ospedaliera, prima dell’immissione in servizio in sede di visita preventiva ex art. 41 D.Lgs n.81/08;

d) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione ovvero licenziati da una Pubblica Amministrazione, per persistente, inefficiente rendimento, ovvero a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

e) ai sensi dell’art. 3, comma 6, della legge 5.5.97 n.127, la partecipazione all’avviso non è soggetta a limiti di età. L’assegnazione dell’incarico non modifica le modalità di cessazione del rapporto di lavoro per compimento del limite massimo di età. In tal caso la durata dell’incarico viene correlata al raggiungimento del predetto limite, ai sensi dell’art. 29, comma 3, del CCNL 8.06.2000 per l’area della dirigenza medica e veterinaria.

 

Requisiti Specifici per l’ammissione:

 

a) diploma di laurea in Medicina e Chirurgia e abilitazione all’esercizio della professione;

b) iscrizione all’Ordine dei Medici di uno dei Paesi dell’Unione Europea fermo restando l’obbligo della iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;

c) anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina relativa alla selezione o disciplina equipollente, e specializzazione nella stessa disciplina o in una disciplina equipollente (D.M.S.30.1.1998 e s.m.i.), ovvero anzianità di servizio di 10 anni nella disciplina. L’anzianità deve essere maturata presso amministrazioni pubbliche, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, istituti o cliniche universitarie e istituti zooprofilattici sperimentali ai sensi di quanto previsto dal D.P.R. n. 484/1997;

d) curriculum in cui sia documentata la specifica attività professionale ed adeguata esperienza nella disciplina così come previsto nella Delibera della Giunta regionale n.24/44 del 27/06/2013 e nell’art. 8 del D.P.R. 484/1994;

e) attestato di formazione manageriale. Fino all’espletamento del primo corso di formazione manageriale, l’incarico sarà attribuito senza l’attestato, fermo restando l’obbligo di acquisirlo entro un anno dall’inizio dell’incarico. Il mancato superamento del primo corso, attivato dalla Regione successivamente al conferimento dell’incarico, determina la decadenza dell’incarico stesso.

Tutti i requisiti generali e specifici (escluso il punto e) devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione a partecipare.

 

Fabbisogno Organizzativo Aziendale e Profilo Professionale della S.C. di Anestesia e Rianimazione:

 

Profilo oggettivo:

 

L’Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari, rappresenta nel piano di riordino ospedaliero recentemente approvato dal Consiglio Regionale in data 25 ottobre 2017, l’unico DEA di II Livello insistente sul territorio del centro nord dell’isola, conferendo il ruolo di centro HUB per varie patologie nonché quello di riferimento per le urgenze ed emergenze del territorio (circa 45.000 accessi annui al Pronto Soccorso). L’Azienda, oltre alle attività di base, assicura prestazioni di diagnosi e cura delle patologie di maggiore complessità.

Sono presenti nell’Azienda tutte le discipline previste dal DM n. 70/2015 per i DEA di II Livello ed alla struttura complessa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale sono stati attribuiti rispettivamente n.12 posti letto di neonatologia e n.12 posti letto di terapia intensiva neonatale (TIN) .

L’attività clinico – assistenziale e diagnostico - terapeutica è rivolta a tutta la patologia neonatale nella sue varie forme, comuni e rare.

L’attività della U.O. si attua mediante ricoveri in urgenza, ordinari, di ricovero diurno e attraverso l’erogazione di prestazioni ambulatoriali, nonché di consulenze al Pronto Soccorso e al reparto di Chirurgia Pediatrica.

I settori principali in cui si esplica l’attività sono i seguenti : assistenza primaria in sala parto, assistenza al neonato sano (Nido), screening audiologico, screening metabolico allargato, patologia neonatale, terapia intensiva neonatale, ventilazione meccanica invasiva e non invasiva, ipotermia per l’asfissia grave, nutrizione parenterale, terapia per l’ipertensione polmonare, terapia intensiva neonatale pre e post-operatoria, prestazioni diagnostico-strumentali per lo studio delle malformazioni delle vie urinarie, delle cardiopatie congenite, delle anche, dei polmoni, dell’addome, servizio di emergenza e trasporto neonatale (STEN – centro HUB regionale per l’area centro nord dell’isola), diagnosi e trattamento delle infezioni neonatali, diagnosi e studio di tutte le altre malformazioni congenite e delle malattie rare. La Struttura svolge altresì i seguenti servizi ambulatoriali: neonato sano e patologico; follow-up (FU) del neonato a rischio; studio delle anche, renale e cardiaco; nefrologico; infettivologico; prevenzione dell’infezione da virus respiratorio sinciziale (VRS).

La Struttura, anche in ragione del suo inserimento nell’ambito di una AOU, è altresì impegnata in attività di ricerca e svolge altresì attività di didattica, tutoraggio e stesura di tesi sperimentali. Partecipa a vari network nazionali .

 

Profilo soggettivo:

 

Il candidato dovrà documentare e/o argomentare competenze organizzative - gestionali e tecnico - professionali come di seguito:

 

1) competenze organizzative e gestionali:

 

- Documentata conoscenza del ciclo di budget (programmazione, controllo, monitoraggio, programmazione e gestione dei fattori produttivi, revisione periodica degli obiettivi), delle tecniche di gestione delle risorse umane, con specifico riferimento alle normative contrattuali vigenti.

- Conoscenza degli strumenti e metodi per la valutazione della qualità dell’assistenza.

- Documentata competenza gestionale maturata in posizioni di responsabilità di articolazioni organizzative di medie-grandi dimensioni.

- Documentata esperienza nell’utilizzo di tecniche, strumenti ed approcci per la gestione delle equipe

professionali, con particolare riferimento ai processi di comunicazione motivazione, incentivazione allo sviluppo delle competenze professionali al team work ed alla gestione dei conflitti.

- Documentata esperienza di collaborazione in team multidisciplinari e multiprofessionali, nella realizzazione e gestione di percorsi clinico-assistenziali.

- Capacità di innovare, avviare percorsi di miglioramento continuo, supportare e gestire il cambiamento.

- Documentata conoscenza degli strumenti di internal e clinical audit per la valutazione e il miglioramento continuo della qualità dell’assistenza, e la garanzia della sostenibilità.

- Conoscenza del contesto ed esperienza nella gestione e realizzazione di percorsi diagnostico terapeutici realizzati in rete con i Professionisti delle altre Strutture Ospedaliere operanti sul territorio di afferenza al P.O. di questa A.O.U.

- Documentata conoscenza ed utilizzo, nella pratica clinica, di EBM, sistema Qualità, requisiti di accreditamento.

- Documentata conoscenza del Codice Etico dei dipendenti della Pubblica Amministrazione, della normativa per l’anticorruzione, l’integrità, la trasparenza della Pubblica Amministrazione.

- Documentata formazione in ambito organizzativo, con particolare conoscenza dei principali modelli di funzionamento dei sistemi sanitari.

 

2) Competenze tecnico-professionali

 

- Comprovata esperienza nei vari settori della Neonatologia e Patologia Neonatale in ambito di cure adeguate alla qualità di vita neonatale al fine di fornire sia al neonato clinicamente sano che a quello malato le migliori cure possibili.

- Adeguata conoscenza delle metodiche e tecniche per la diagnosi ed il trattamento delle seguenti patologie o gruppi di patologie, sia in elezione che in emergenza:

- neonati a termine e pretermine di qualunque età gestazionale e peso alla nascita, con patologie

- respiratorie, metaboliche e malattie materno trasmesse;

- soggetti immaturi e con gravi malformazioni;

- neonati critici che hanno subito un intervento chirurgico;

- soggetti con patologie gravi che necessitino di assistenza respiratoria meccanica e nutrizione parenterale totale.

- Capacità di costruire proficue relazioni professionali con altre strutture specialistiche per la realizzazione di rapporti collaborativi finalizzati allo sviluppo delle migliori pratiche assistenziali

- Capacità di interazione nell’ambito del Dipartimento Materno Infantile sia per quanto riguarda il percorso nascita sia per quanto attiene alla sfera professionale nel raccordo con l’ambito ostetrico nell’affronto delle gravidanze a rischio per il nascituro.

· Rispetto ed orientamento al miglioramento degli strumenti di informazione e coinvolgimento degli utenti e dei pazienti nei percorsi di qualità percepita nell’ambito di servizi dedicati alla sfera neonatologica.

 

Modalità e Termini di Presentazione delle domande di Ammissione

 

Sono ammesse esclusivamente tre modalità di presentazione delle domande:

- la consegna diretta all'Ufficio Protocollo Generale dell'Azienda, sito in Viale San Pietro 10- piano terra- 07100 Sassari, negli orari di apertura dello stesso (dal Lunedì al Venerdì: 9.00 – 13:00);

- la trasmissione tramite il servizio pubblico postale, esclusivamente a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento;

- la trasmissione tramite posta elettronica certificata all’ indirizzo protocollo@pec.aou.ss.it preferibilmente mediante trasmissione della scansione dell’ originale della domanda.

E' esclusa ogni altra modalità di trasmissione o presentazione delle domande.

La busta chiusa che contiene la domanda dovrà recare, al suo esterno, apposita dicitura “Domanda di ammissione alla selezione per Direttore di Struttura Complessa di Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia”.

Il termine di presentazione delle domande scade il 30° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Per quanto attiene la spedizione, verrà effettuata la verifica del timbro apposto dall’Ufficio postale. Per le domande consegnate direttamente all’Ufficio Protocollo dell’azienda farà fede il timbro apposto dall’ufficio stesso. Per le domande spedite tramite posta elettronica certificata farà fede la data e l’ora di invio dalla casella di posta elettronica certificata del mittente. Si precisa che tale modalità potrà essere utilizzata dai soli possessori di PEC e che eventuali e-mail trasmesse da caselle di posta elettronica non certificata o tramite l’utilizzo di PEC di altri soggetti non saranno accettate.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio. Il mancato rispetto dei termini sopra descritti determina l’esclusione dalla selezione.

Qualora il termine fissato per la presentazione delle domande ricada in giorno festivo, la scadenza è prorogata al primo giorno successivo non festivo.

L’amministrazione declina fin da ora ogni responsabilità per il mancato recapito di domande, comunicazioni e documenti dipendenti da eventuali disguidi postali, da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, nonché da altri fatti non imputabili a colpa dell’amministrazione. La domande devono essere complete della documentazione richiesta. Scaduto il termine di presentazione delle domande, non è possibile alcuna integrazione.

L'eventuale riserva di invio successivo di documenti o titoli è priva di effetti, e i documenti o i titoli, inviati successivamente alla scadenza del termine per la presentazione delle domande, non saranno presi in considerazione.

 

Domanda di Ammissione

 

Nella domanda, redatta secondo lo schema allegato al presente bando, gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:

- cognome e nome;

- data, luogo di nascita e residenza;

- possesso della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

- comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

- l’assenza di condanne penali ed assenza di procedimenti penali in corso, ovvero le eventuali condanne penali riportate e/o i procedimenti penali in corso;

- essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle mansioni relative al posto a selezione;

- mancanza di dispensa o destituzione o licenziamento presso Pubblica Amministrazione per persistente, insufficiente rendimento ovvero a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziato da invalidità non sanabile;

- il possesso dei requisiti specifici alla selezione;

- l’eventuale applicazione dell’art. 20 della Legge n.104/5.02.1992, specificando l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per sostenere le prove d’esame;

- domicilio e numero di telefono presso il quale dovrà essere trasmessa, ad ogni effetto, qualunque comunicazione al candidato. In mancanza di tale indicazione vale la residenza indicata. Le eventuali variazioni di indirizzo devono essere notificate a mezzo raccomandata A.R., in caso contrario l’Amministrazione è sollevata da qualsiasi responsabilità se il destinatario è irreperibile presso l’indirizzo comunicato.

- di accettare tutte le prescrizioni contenute nel bando e di dare espresso assenso al trattamento dei dati personali, finalizzato alla gestione della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti.

La domanda deve essere sottoscritta dal diretto interessato e deve contenere in modo esplicito tutte le dichiarazioni di cui sopra. L’omissione di una sola di esse, se non sanabile, determina l’invalidità della domanda stessa con l’esclusione dell’aspirante dall’avviso. In caso di dichiarazioni non veritiere, la rettifica non è consentita e il provvedimento favorevole non potrà essere emesso.

 

Macro Aree di Valutazione (Curriculum e Colloquio):

 

La Commissione di valutazione effettuerà la selezione dei candidati al fine di verificare la rispondenza tra l’esperienza professionale posseduta e il fabbisogno oggettivo e soggettivo che caratterizza la S.C. di Anestesia e rianimazione, mediante l’analisi comparata dei curricula, dei titoli professionali posseduti, avuto anche riguardo alle necessarie competenze organizzative e gestionali, dei volumi dell’attività svolta, dell’aderenza al profilo ricercato e degli esiti di un colloquio. Il colloquio si svolgerà in aula aperta al pubblico.

La Commissione dispone di complessivi 100 punti, articolati nelle seguenti macro aree:

 

a- Curriculum: punteggio max 40

b- Colloquio : punteggio max 60

 

Per l’ammissione al colloquio i candidati dovranno ottenere un punteggio complessivo per il curriculum pari ad almeno 20 punti. Per essere considerati idonei al colloquio i candidati dovranno raggiungere un punteggio complessivo pari ad almeno 30 punti.

a) Macro area Curriculum concerne le attività professionali, di studio e direzionali – organizzative:

 

Gli elementi del curriculum sono volti ad accertare:

1. la tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture in cui il candidato ha svolto la propria attività;

2. la posizione funzionale del candidato nelle strutture e le sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione, ruolo di responsabilità rivestiti, lo scenario organizzativo in cui ha operato il Dirigente e i particolari risultati ottenuti nelle esperienze professionali precedenti;

3. la tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato, anche con riguardo all’attività/casistica trattata nei precedenti incarichi, misurabile in termini di volume e complessità;

4. i soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione di tirocini obbligatori;

5. l’attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, di laurea o di specializzazione, ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario con l’indicazione delle ore annue di insegnamento;

6. la partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all’estero, in qualità di docente e relatore;

7. la produzione scientifica, valutata in relazione all’attinenza alla disciplina ed in relazione alla pubblicazione su riviste nazionali ed internazionali;

8. la continuità e la rilevanza dell’attività pubblicistica e di ricerca svolta nel corso di precedenti incarichi.

Nell’ambito della valutazione del curriculum verranno attribuiti i seguenti punteggi (max. 40 punti):

a) fino ad un massimo di punti 10 con riferimento a :

- tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture in cui il candidato ha svolto la propria attività;

b) fino ad un massimo di punti 10 con riferimento a:

- posizione funzionale del candidato nelle strutture e sue competenze con indicazioni di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione, ruoli di responsabilità rivestiti, scenario organizzativo in cui ha operato il dirigente e particolari risultati ottenuti nelle esperienze professionali precedenti;

c) fino ad un massimo di punti 10 con riferimento a :

- tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato anche con riguardo all’attività/casistica trattata nei precedenti incarichi, misurabili in termini di volume e complessità;

d) fino ad un massimo di punti 2 con riferimento a:

- soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a 3 mesi con esclusione dei tirocini obbligatori;

e) fino ad un massimo di punti 2 con riferimento a:

- attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario , di laurea o specializzazione ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario;

f) fino ad un massimo di punti 2 con riferimento a:

- partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all’estero, in qualità di docente o di relatore;

g) fino ad un massimo di punti 2 con riferimento a;

- produzione scientifica, valutata in relazione all’attinenza alla disciplina ed in relazione alla pubblicazione su riviste nazionali ed internazionali, caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori, nonché al suo impatto sulla comunità scientifica;

h) fino ad un massimo di punti 2 con riferimento a:

- continuità e rilevanza dell’attività pubblicistica e di ricerca svolta nel corso dei precedenti incarichi.

 

b) Macro area – colloquio fino ad un massimo di 60 punti:

Il colloquio sarà diretto alla valutazione delle capacità professionali dei candidati nella specifica disciplina, con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione con riferimento alle caratteristiche dell’incarico da svolgere, rispondenti al fabbisogno determinato dall’Azienda. La commissione terrà conto della chiarezza espositiva, della correttezza delle risposte, dell’uso di linguaggio scientifico appropriato, della capacità di collegamento con altre patologie o discipline o specialità per la miglior risoluzione dei quesiti anche dal punto di vista dell’efficacia e dell’economicità degli interventi. Il colloquio sarà, altresì, diretto a testare la visione e l’originalità delle proposte sull’organizzazione della struttura complessa, nonché l’attitudine all’innovazione ai fini del miglioramento dell’organizzazione e della soddisfazione e degli stakeholders della struttura stessa.

 

Nell’ambito della valutazione del colloquio verranno attribuiti i seguenti punteggi (max. 60 punti):

A) fino ad un massimo di punti 20 con riferimento a:

- Aspetti di natura tecnica:

1) correttezza delle risposte relativamente a quesiti su aspetti tecnico-professionali - punti 10

2) uso del linguaggio scientifico appropriato relativamente a quesiti su aspetti tecnico-professionali - punti 5

3) attitudine all’innovazione tecnologica - punti 5

 

B) fino ad un massimo di punti 20 con riferimento a:

- Aspetti di natura organizzativa:

1) collaborazione multidisciplinare - punti 5

2) efficacia ed economicità degli interventi - punti 5

3) visione e originalità di proposte organizzative - punti 10

 

C) fino ad un massimo di punti 20 con riferimento a:

- Aspetti di customer satisfaction:

1) rapporti con l’utenza - punti 10

2) leadership - punti 5

3) capacità relazionali - punti 5

 

Documentazione da allegare alla domanda:

 

Alla domanda di ammissione all’Avviso redatta secondo lo schema esemplificativo che verrà pubblicato insieme al bando sul sito internet aziendale (www.aousassari.it) alla voce “Concorsi e selezioni” successivamente alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, i candidati devono allegare:

- Un curriculum formativo e professionale, in carta semplice, datato e firmato, che dovrà essere documentato con riferimento:

a) alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la propria attività ed alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;

b) alla posizione funzionale del candidato nelle strutture e alle sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione;

c) alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato (le casistiche devono essere riferite al decennio precedente alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell'avviso per l'attribuzione dell'incarico e devono essere certificate dal direttore sanitario sulla base della attestazione del dirigente di secondo livello responsabile del competente dipartimento o unità operativa della unità sanitaria locale o dell'azienda ospedaliera);

d) all’attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, di laurea o di specializzazione ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario con l’indicazione delle ore annue di insegnamento;

e) alla partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all’estero, valutati secondi i criteri di cui all’art. 9 del D.P.R. n. 484/97, nonché alle pregresse idoneità nazionali.

Nella valutazione del curriculum è presa in considerazione, inoltre, la produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere, caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica.

I contenuti del curriculum, esclusi quelli di cui alla lettera c) e le pubblicazioni, devono essere autocertificati dal candidato ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR 28.12.2000 n. 445 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” e successive modificazioni e integrazioni e dei relativi regolamenti di attuazione. A tal proposito si rammenta che chiunque rilasci dichiarazioni mendaci, formi atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.

I titoli possono essere prodotti in originale o copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

Le copie dei documenti e delle pubblicazioni devono essere accompagnate da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, nella quale l’interessato attesti la conformità all’originale. Le dichiarazioni sono sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritte ed inviate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore in corso di validità, tra quelli previsti dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. La dichiarazione sostitutiva può essere apposta in calce alla copia stessa. Le dichiarazioni sostitutive di certificazione devono contenere tutte le informazioni e gli elementi previsti dalla certificazione cui si riferiscono. La mancanza anche parziale di tali elementi preclude la possibilità di procedere alla relativa valutazione.

Relativamente al servizio prestato la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà deve contenere l’esatta denominazione e tipologia dell’Ente presso il quale il servizio è stato svolto, la posizione funzionale, la disciplina, il tipo di rapporto di lavoro, il periodo di servizio effettuato, nonché le eventuali interruzioni, la dichiarazione se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art. 46 D.P.R. n. 761/79, e quant’altro necessario ai fini della valutazione del servizio stesso.

Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando.

 

Commissione Esaminatrice

 

La Commissione è costituita dal Direttore Sanitario della AOU di Sassari (componente di diritto) e da tre Direttori di Struttura Complessa nella disciplina oggetto del concorso, individuati tramite sorteggio da un elenco nazionale nominativo costituito dall’insieme degli elenchi regionali dei Direttori di Struttura Complessa appartenenti al SSN. La Commissione eleggerà un Presidente tra i tre componenti sorteggiati. Per ogni componente titolare va sorteggiato un componente supplente, fatta eccezione per il Direttore Sanitario. Qualora vengano sorteggiati tre nominativi della Regione Sardegna, si prosegue nel sorteggio fino ad individuare almeno un componente della commissione proveniente da Regione diversa. La stessa modalità si applica anche per il sorteggio dei componenti supplenti.

Ai sensi della Deliberazione della G.R. n. 24/44 del 27.6.2013 l’Azienda, nelle more della predisposizione dell’elenco unico nazionale e a fronte di esigenze indifferibili adeguatamente motivate, si avvale di elenchi provvisori di propria realizzazione, suddivisi per discipline, ricavati dall’accorpamento degli elenchi nominativi della Regione Sardegna con gli elenchi di altre Regioni.

In tali ipotesi, le operazioni di sorteggio vanno comunque condotte nel rispetto delle modalità di cui al sopraccitato comma 7bis, punto a), del novellato art. 15 del D.Lgs. n. 502/1992, garantendo in particolare che almeno un componente della Commissione di valutazione appartenga ad una Regione diversa dalla Regione Sardegna.

 

Commissione Sorteggi

 

La Commissione di Sorteggio, composta da tre dipendenti dell’Azienda si riunirà per le operazioni di competenza il settimo giorno successivo alla data di scadenza del presente Avviso. Qualora la scadenza coincida con giorno festivo, si sorteggerà il giorno successivo feriale; se invece cade di sabato o di domenica l’estrazione sarà effettuata il lunedì immediatamente successivo. In caso di impossibilità della Commissione di sorteggio, il nuovo sorteggio sarà effettuato il settimo giorno successivo non festivo.

 

Modalità di svolgimento della selezione:

 

I candidati che, a seguito della verifica effettuata dall’Ufficio competente, risultino in possesso dei requisiti generali e specifici di ammissione alla selezione, saranno avvisati del luogo e della data di effettuazione del colloquio almeno 15 gg antecedenti la data individuata, con lettera raccomandata A/R o con avviso sul sito internet aziendale. I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita, saranno considerati rinunciatari all’Avviso, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti. La Commissione potrà procedere alla valutazione del curriculum dei candidati, prima della data fissata per il colloquio, oppure nella stessa giornata dell’espletamento del colloquio. Al termine della prova la Commissione forma la graduatoria dei candidati esaminati con l’indicazione del voto relativo alla macroarea del curriculum e alla macroarea del colloquio che sarà affisso all’esterno della sede di esame. Terminate le relative operazioni di valutazione dei candidati la Commissione redigerà apposito verbale e la relazione sintetica da pubblicare sul sito aziendale, trasmettendoli formalmente al Direttore Generale, unitamente all’elenco della terna dei candidati idonei formato sulla base dei migliori punteggi attribuiti.

 

Conferimento dell’incarico:

 

L’incarico sarà attribuito dal Direttore Generale, nell’ambito della terna predisposta dalla Commissione, non prima che siano decorsi quindici giorni dalla data di pubblicazione sul sito aziendale del profilo professionale del dirigente da incaricare, dei curricula dei candidati presentatisi al colloquio e della relazione della Commissione di esperti comprensiva dell’elenco di coloro che non si sono presentati al colloquio. Ove il Direttore Generale intenda nominare uno dei due candidati che non hanno conseguito il miglior punteggio, provvederà a motivare analiticamente la scelta. In tale ultima ipotesi, le motivazioni della scelta saranno pubblicate nel sito internet dell’Azienda. L’incarico avrà durata quinquennale, con facoltà di rinnovo per lo stesso o per periodo più breve. Il Dirigente della Struttura Complessa è sottoposto, oltre che a verifica annuale, anche a verifica al termine dell’incarico con le procedure di verifica e valutazione dei dirigenti di cui agli articoli da 25 a 32 del CCNL 3 novembre 2005.L’accertamento delle responsabilità dirigenziali, a seguito dei distinti e specifici processi di valutazione di cui all’art. 26 del CCNL 3 novembre 2005, previo esperimento della procedura di cui all’art. 29 produce gli effetti di cui agli articoli 30 e 31 del CCNL medesimo. All’incaricato sarà attribuito il trattamento economico previsto dal vigente CCNL area dirigenza medica del SSN. L’incarico implica per l’assegnatario l’obbligo di un rapporto esclusivo con l’Azienda ai sensi dell’art. 15 quinquies del D.Lgs. n. 502/92 e s.m.i. ed è incompatibile con ogni altro rapporto di lavoro dipendente o in convenzione, con altre strutture pubbliche o private. L’incaricato potrà esercitare attività libero – professionale esclusivamente nei limiti stabiliti dalla normativa vigente. Il rinnovo e il mancato rinnovo dell’incarico sono disposti con provvedimento motivato dal Direttore Generale. Il Dirigente non confermato nell’incarico sarà destinato ad altra funzione. L’incarico è revocato secondo le procedure previste dalle disposizioni vigenti e dai CCNL, in caso di inosservanza delle direttive impartite dalla Direzione generale; mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati; responsabilità grave e reiterata; in tutti gli altri casi previsti dai contratti di lavoro.

 

Costituzione del Rapporto di Lavoro

 

Il candidato chiamato a ricoprire un incarico a tempo determinato sarà invitato a presentare, a pena di decadenza, nel termine che si provvederà ad assegnare, fatti salvi giustificati motivi, i documenti di rito prescritti ai fini della formale stipulazione del contratto individuale di lavoro.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del contratto individuale di lavoro.

L’assunzione in servizio avviene mediante la stipulazione del contratto individuale di lavoro ai sensi del contratto vigente.

 

Tutela dei dati Personali – Informativa sulla Privacy

 

I dati personali forniti dal candidato saranno raccolti presso il competente Servizio Acquisizione Risorse Umane per le finalità di gestione della procedura concorsuale e saranno trattati anche successivamente, nell’eventualità di assunzione, per la gestione del rapporto di lavoro. Tali dati potranno essere sottoposti ad accesso da parte di coloro che sono portatori di un concreto interesse ai sensi della Legge 241/90.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate ad altre Amministrazioni unicamente per l’adempimento di disposizioni di legge o per finalità attinenti alla posizione economica - giuridica del candidato.

L’interessato ha il diritto di rettificare, aggiornare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dallo stesso; il trattamento è finalizzato, ai sensi del D. Lgs. 196/03, agli adempimenti per l’espletamento della procedura stessa nonché, nell’eventualità di costituzione del rapporto di lavoro, per la finalità di gestione del rapporto stesso.

 

Modifica, Sospensione e Revoca della Selezione

 

L’Azienda si riserva la facoltà, per motivi legittimi, di modificare, sospendere o revocare, in tutto o in parte, la presente selezione, nonché riaprire o prorogare i termini per la presentazione delle domande.

 

Norme Finali

 

Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso di selezione si rinvia alle disposizioni vigenti in materia.

Per informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al Servizio Acquisizione Risorse Umane dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria, Via Michele Coppino n. 26, Sassari.

Dott. Antonio D’Urso