Logo BURASLogo Regione Sardegna
Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma della Sardegna

Torna Indietro

Concorso


Oggetto: Indizione pubblico concorso riservato, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 15 posti di Collaboratore Profesionale Sanitario - Infermieri Cat. D e n 3 posti di Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere pediatrico Cat. D.

Autore: Asl Carbonia

Pubblicato in: Bollettino n.58 - Parte III del 22/12/2016

Data di Pubblicazione: 22/12/2016

Materie: CONCORSI E SELEZIONI


 

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Sardegna

Azienda Unità Sanitaria Locale n. 7

Carbonia

 

Bando di Concorso riservato, per titoli ed esami, finalizzato alla stabilizzazione del personale precario, ai sensi del DPCM 6 Marzo 2015, per la copertura di:

- n.15 Posti di Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere – Cat. D;

- n 3 Posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere Pediatrico – Cat. D;

 

In esecuzione della deliberazione del Commissario Straordinario n. 10074/C del 23/11/2016 è indetto, un concorso pubblico riservato, per titoli ed esami, finalizzato, ai sensi del DPCM 6 marzo 2015, alla stabilizzazione del personale precario presso l’Azienda Sanitaria Asl 7 Carbonia, per la copertura di:

- n.15 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere cat.D.

- n. 3 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere Pediatrico cat.D

Il concorso di cui al presente bando è disciplinato dal DPCM 06/03/2015, dalle “Linee guida adottate dalla Conferenze delle Regioni e delle Province Autonome” in data 30/07/2015, dalla deliberazione della Giunta Regione Sardegna n.45/35 del 02/08/2016, dal D.P.R. 27/03/2001 n.220, dal D.P.R. 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni, dal D.P.R. n.445/2000.

 

ART.1

Posti a Concorso

 

Il concorso è riservato ai Collaboratori Professionali Sanitari – Infermieri Cat. D, e ai Collaboratori Professionali Sanitari – Infermieri Pediatrici Cat.D, in possesso dei requisiti di cui all’art. 1 del DPCM del 6 marzo 2015, ribaditi nelle “Linee guida per l’applicazione del suddetto DPCM relativo alla Disciplina delle procedure concorsuali riservate per l’assunzione di personale precario del comparto sanità”, che alla data del 30/10/2013 abbiano maturato presso enti del SSN regionali (Regione Sardegna), un’anzianità di servizio di almeno 3 (tre) anni, anche non continuativa, negli ultimi cinque anni, o avere i requisiti di cui all’art.1 comma 519 e 558, L. 27/12/2006 n.296 e all’art.3 comma 90 della legge 24/12/2007 n.244 ossia:

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato già maturato nel quinquennio precedente;

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato maturato in virtù di un contratto in essere al 29 settembre 2006, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007;

‒ non essere in servizio al 1° gennaio 2007, ma aver maturato tre anni di tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007;

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2008 con tre anni a tempo determinato maturato, in virtù di un contratto in essere al 28 settembre 2007, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2008.

ART.2

Trattamento Giuridico – Economico

 

Il trattamento giuridico - economico è quello previsto dalle disposizioni legislative, regolamentari e contrattuali (CC.CC.NN.LL.) che disciplinano il personale delle Aziende Sanitarie.

Ai sensi della L. n° 125/1991 e dell’art. 61 del D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso all’impiego e per il trattamento sul luogo di lavoro.

 

ART.3

Requisiti Generali per l'Ammissione

 

Possono partecipare al concorso coloro che, alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande, siano in possesso dei requisiti di ammissione elencati nel presente articolo e nel successivo articolo 4.

1) cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

2) Età non superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio;

3) idoneità fisica all’impiego. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza delle norme in materia di categorie protette, è effettuato, a cura della Azienda U.S.L., prima dell’ammissione in servizio. Il personale dipendente dalle amministrazioni ed Enti di cui al n. 1 lett. a, art, 2, del DPR 220/2001 è dispensato dalla visita medica.

4) Godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dall’entrata in vigore del primo contratto collettivo.

5) Non avere subito condanne penali e di non essere a conoscenza di procedimenti penali pendenti che impediscano la costituzione di rapporti di pubblico impiego ai sensi delle vigenti disposizioni.

 

ART.4

Requisiti Specifici per l’Ammissione

 

I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti specifici di ammissione:

A) Laurea di 1° livello in Infermieristica (classe SNT/1- Classe delle Lauree in professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica), ovvero Diploma Universitario di Infermiere o Infermiere Pediatrico conseguito ai sensi dell’art. 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni, ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al Diploma Universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici concorsi/uffici;

B) Iscrizione all’Albo Professionale.

C) I candidati per poter partecipare ai concorsi di che trattasi, ai sensi del DPCM 06/03/2015, della deliberazione della G.R.S. n.45/35 del 02/08/2016 e dell’art.1, commi 519 e 558, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e dell’art. 3, comma 90, della legge 24 dicembre 2007, devono essere in possesso inoltre di uno dei seguenti requisiti:

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato già maturato nel quinquennio precedente;

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato maturato in virtù di un contratto in essere al 29 settembre 2006, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007;

‒ non essere in servizio al 1° gennaio 2007, ma aver maturato tre anni di tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007;

‒ essere in servizio al 1° gennaio 2008 con tre anni a tempo determinato maturato, in virtù di un contratto in essere al 28 settembre 2007, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2008.

- aver alla data del 30 ottobre 2013 abbiano maturato negli ultimi cinque anni, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, anche presso enti del medesimo ambito regionale (Regione Sardegna) diversi da quello che indice la procedura.

I requisiti generali e specifici di ammissione indicati negli artt. 3 e 4 devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, a pena di esclusione.

Il possesso dei requisiti generali e specifici di cui sopra deve essere documentato nei modi e nei termini stabiliti nel presente bando, a pena di esclusione salvo quanto previsto nel seguente capoverso.

Qualora la domanda risultasse incompleta per mancanza di una o più dichiarazioni obbligatorie relative ai soli requisiti generali di cui all’art.3, il candidato sarà ammesso con riserva e sarà invitato a regolarizzare la domanda entro un termine prestabilito, pena la definitiva esclusione dal concorso.

Ai sensi dell’art.15 della L.183 del 12/12/2001, dal 01/01/2012 non è più possibile richiedere o accettare certificazioni rilasciate da Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti, in luogo dei certificati pertanto i candidati potranno presentare le relative dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000.

ART.5

Domanda di Ammissione al Concorso

 

La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice e secondo lo schema depositato presso gli uffici del servizio personale, deve essere indirizzata al Commissario Straordinario dell’Azienda U.S.L. n. 7, via Dalmazia, 83 – 09013 Carbonia (CI).

Nella stessa il candidato, ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art.76 del DPR 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci dichiara:

1) il nome ed il cognome;

2) la data, il luogo di nascita e la residenza;

3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

4) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

5) di non avere riportato condanne penali (in caso contrario il candidato deve indicare le eventuali condanne penali riportate);

6) di non essere a conoscenza di eventuali procedimenti penali pendenti (in caso contrario il candidato deve indicare gli eventuali procedimenti penali pendenti di cui è a conoscenza);

7) di non essere stato destituito, dispensato o licenziato da un pubblico impiego (in caso contrario il candidato deve indicarne i motivi);

8) il possesso dei requisiti specifici di ammissione di cui all’art.4;

9) gli eventuali servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

10) di essere fisicamente idoneo all’impiego;

11) l’indicazione della lingua straniera che dovrà costituire oggetto della prova orale, a scelta tra l’inglese ed il francese.

12) i titoli che danno diritto ad usufruire della riserva dei posti;

13) gli eventuali titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze all’assunzione;

14) di accettare tutte le condizioni del bando di concorso;

15) di autorizzare il trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003;

16) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale la residenza indicata nel punto 2.

La domanda deve essere sottoscritta, pena l’esclusione dal concorso. Tale sottoscrizione, ai sensi della legge n. 127/97, non necessita di autentica.

La presentazione della domanda di partecipazione comporta l'accettazione, senza riserva, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando e di tutte le norme in esso richiamate.

 

ART.6

Documentazione

 

Come già indicato in premessa, i cittadini, nei rapporti con gli organi delle pubbliche amministrazioni e i gestori dei servizi pubblici non potranno utilizzare certificati o copie degli stessi e dovranno sottoscrivere dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atti di notorietà.

I candidati, nei termini di scadenza indicati nel bando, producono la seguente documentazione:

1) le dichiarazioni sostitutive di certificazione attestanti il possesso dei requisiti generali e specifici di cui ai precedenti articoli 3 e 4 (con eccezione del requisito di cui all’art. 3, punto 3);

2) le dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà che i candidati ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria;

3) una dichiarazione sostitutiva attestante i titoli comprovanti l’eventuale diritto a riserva, precedenza o preferenza nell’assunzione;

4) un curriculum formativo e professionale, datato e firmato. Nel curriculum dovranno essere indicate sinteticamente le attività svolte (servizi, studi). Per dichiarare le attività che saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice, il candidato dovrà utilizzare, esclusivamente, le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto notorio di cui si allegano fac-simili. Le informazioni contenute nel curriculum, non supportate dalle dichiarazioni sostitutive, non saranno oggetto di valutazione;

5) un elenco datato e firmato dei titoli e dei documenti presentati nonché un elenco delle pubblicazioni allegate;

6) la fotocopia (fronte e retro) di un valido documento di identità, ai fini della validità delle dichiarazione sostitutive di atto notorio.

Tutti i requisiti generali e specifici di ammissione ed i titoli utili per la formazione della graduatoria, devono essere dimostrati con dichiarazioni sostitutive ex DPR 445/2000 e successive modifiche introdotte dalla L.183/2011, anche contestuali (=interne alla domanda), nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Le pubblicazioni saranno valutate solo se presentate in originale, in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all’originale (con le modalità di cui agli artt. 19 e 47 DPR 445/2000).

ART.7

Modalità e termini di presentazione delle domande

 

Sono ammesse esclusivamente tre modalità per la presentazione delle domande:

- la consegna diretta a mano all’Ufficio Protocollo Generale dell’Azienda, sito in via Dalmazia, 83 – Carbonia, negli orari di apertura dello stesso (dal lunedì al venerdì: 10.00 – 13.00, il lunedì dalle 15,00 alle 16,00);

- la trasmissione tramite il servizio pubblico postale, esclusivamente a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento.

- Entro lo stesso termine di scadenza la domanda potrà essere inoltrata tramite la propria posta certificata (PEC) all’indirizzo: concorsi@pec.aslcarbonia.it. Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato della propria casella di posta elettronica, a sua volta certificata. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria, anche se indirizzata alla PEC aziendale. La domanda deve essere debitamente sottoscritta pena l’esclusione.

E’ esclusa ogni altra forma di trasmissione o presentazione delle domande.

Il termine di presentazione delle domande di partecipazione ai concorsi scade il trentesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto del presente bando di concorso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV serie speciale “Concorsi ed esami”. Qualora il giorno di scadenza sia festivo, il termine di scadenza è prorogato al primo giorno non festivo.

A tal fine:

- per le domande presentate direttamente all’Ufficio Protocollo di quest’Azienda U.S.L. n. 7, fa fede il timbro a data posto dallo stesso ufficio sulla domanda ricevuta;

- per le domande inoltrate a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, fa fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio. L'eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.

La mancata presentazione della domanda o la mancata indicazione dei requisiti specifici di ammissione, nel termine previsto dal bando, determina l’automatica esclusione dal concorso.

Qualora la domanda risultasse incompleta per mancanza di una o più dichiarazioni obbligatorie relative ai requisiti generali di cui all’art. 3 il candidato sarà ammesso con riserva e sarà invitato a regolarizzare la domanda entro un termine prestabilito, pena la definitiva esclusione dal concorso.

L'Amministrazione declina fin d'ora ogni responsabilità per il mancato recapito di documenti dipendente da eventuali disguidi postali, da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, nonché da altri fatti non imputabili a colpa dell'Amministrazione.

Non sono considerate valide le domande presentate o inviate prima della pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale.

ART.8

Tassa di Ammissione

 

I candidati devono allegare alla domanda l’originale della ricevuta attestante il versamento della tassa di ammissione di euro 7,50 (setteeuro/50) da effettuarsi sul c.c.p. n.16765091 intestato all’ASL 7 Carbonia –Servizio Tesoreria - nella quale andrà specificata quale causale del versamento: Concorso pubblico per la copertura di posti di Infermiere. Cat D o Infermiere Pediatrico Cat.D.

 

ART.9

Dichiarazioni Sostitutive

 

Il candidato, così come già indicato in premessa, in luogo delle certificazioni rilasciate dall’autorità competente, deve avvalersi delle seguenti dichiarazioni sostitutive previste dal DPR 445/2000, pertanto non saranno prese in considerazione dichiarazioni sostitutive generiche o incomplete. Il candidato è tenuto a specificare con esattezza tutti gli elementi e i dati necessari per una corretta valutazione.

A) dichiarazione sostitutiva di certificazione, da utilizzare per certificare i casi riportati nell’elenco di cui all’art. 46 D.P.R. n. 445/2000 (per es. stato di famiglia, possesso di titolo di studio, possesso di specializzazione, iscrizione all’albo professionale ect..);

B) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (art. 47 D.P.R. n. 445/2000) da utilizzare per certificare tutti gli stati, fatti e qualità personali non presenti nel citato art. 46 DPR 445/2000 (ad esempio: attività di servizio...ect);

C) dichiarazione sostitutiva di notorietà relativa alla conformità di copia all’originale, da utilizzare per certificare che un documento, una pubblicazione o di un titolo di studio è conforme all’originale (artt. 19 e 47 D.P.R. n. 445/2000).

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, di cui alle precedenti lettere B e C, deve essere presentata unitamente a copia fotostatica (fronte e retro) di un documento di identità in corso di validità del dichiarante, se non sottoscritta dall’interessato in presenza dell’impiegato competente a ricevere la documentazione stessa, a pena di invalidità.

In ogni caso le dichiarazioni sostitutive di cui ai precedenti punti A, B, e C devono contenere tutte le informazioni atte a consentire una corretta/esaustiva valutazione delle attestazioni in essa presenti, pena la valutazione in senso più sfavorevole al candidato.

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio con la quale un candidato certifica il servizio prestato, allegata o contestuale alla domanda, deve contenere:

1) l’indicazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato (nominativo, struttura pubblica, struttura privata…….);

2) la natura giuridica del rapporto di lavoro (contratto di dipendenza; contratto di collaborazione; interinale.....ect);

3) la qualifica rivestita e il livello di appartenenza;

4) la tipologia del rapporto di lavoro (tempo pieno - parziale, con l’indicazione del numero di ore svolte alla settimana, ... ect);

5) la data di inizio e fine del rapporto di lavoro (giorno, mese e anno);

6) l’indicazione di eventuali interruzioni del rapporto di lavoro (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare ...ect);

7) i motivi dell’eventuale cessazione di un rapporto di lavoro;

8) tutto ciò che si renda necessario, nel caso concreto, per valutare correttamente il servizio stesso.

Nella certificazione relativa ai servizi, se il servizio è stato prestato presso il SSN, deve essere attestato se ricorrano o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’articolo 46, del D.P.R. n. 761/79, in presenza delle quali il punteggio deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

Si ricorda che l’Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e che, nel caso in cui dovessero emergere ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, oltre alla decadenza dell’interessato dai benefici eventualmente conseguiti, sono applicabili le sanzioni penali previste dalla normativa vigente.

 

ART.10

Esclusione dal Concorso

 

L'esclusione dal concorso è deliberata con provvedimento motivato dell’ Azienda U.S.L. da notificarsi entro 30 giorni dalla esecutività della relativa decisione.

 

ART.11

Commissione esaminatrice e prove d'esame

 

La Commissione esaminatrice verrà costituita ai sensi della vigente normativa.

 

ART.12

Prova Preselettiva

 

In conformità delle disposizioni contenute nell’art. 35 del D.Lgs 165/2001, nell’art. 1, comma 2, del DPR. 487/94 e nell’art. 3, comma 4, del DPR 220/2001, in relazione al numero delle domande pervenute, è facoltà dell’Amministrazione attivare una prova preselettiva, avvalendosi anche di aziende specializzate nella selezione del personale.

L’amministrazione, in tale caso, potrà disporre l’ammissione con riserva alla prova preselettiva di tutti i candidati che hanno presentato la domanda di partecipazione.

L’ammissione definitiva dei candidati, attraverso la verifica della regolarità delle istanze e l’accertamento del possesso dei requisiti, avverrà prima dell’espletamento della prova scritta per i soli candidati che si sono collocati in posizione utile nella graduatoria della prova preselettiva come di seguito specificato.

In caso di effettuazione della prova preselettiva, il calendario sarà reso noto ai candidati con apposito avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4^ serie speciale “Concorsi ed esami” non meno di quindici giorni prima dell’inizio della prova medesima.

I candidati dovranno presentarsi alla eventuale prova preselettiva ed alle prove di esame (scritta, pratica ed orale) muniti di un valido documento di identità personale, a pena di esclusione.

I candidati che, per qualsiasi motivo, non si presentino a sostenere la prova preselettiva o le altre prove concorsuali nei giorni, nell'ora e nella sede stabilita, saranno considerati rinunciatari al concorso stesso e pertanto dichiarati decaduti.

La prova preselettiva si svolgerà mediante soluzione di quesiti a risposta multipla sulle materie riguardanti la prova scritta, pratica ed orale.

Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito ma consente esclusivamente l’individuazione dei candidati da ammettere alla successiva prova scritta.

Possono partecipare alla successiva prova scritta i primi cento candidati della graduatoria dichiarati definitivamente ammessi al concorso. Verranno inoltre ammessi alla successiva prova scritta gli ulteriori candidati, in possesso dei requisiti previsti dal bando, che abbiano conseguito lo stesso punteggio del centesimo candidato ammesso definitivamente al concorso.

Non verranno ammessi alle successive prove concorsuali i restanti candidati.

 

ART.13

Punteggio per la valutazione delle prove d’esame e dei titoli

 

La Commissione dispone complessivamente di 100 punti, ripartiti nei limiti massimi sotto indicati:

a) 30 punti per i titoli;

b) 70 punti per le prove di esame.

I punti per le prove di esame sono così ripartiti:

a) 30 punti per la prova scritta;

b) 20 punti per la prova pratica;

c) 20 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti fra le seguenti categorie nei seguenti limiti massimi:

a) 15 punti per i titoli di carriera;

b) 3 punti per i titoli accademici e di studio;

c) 2 punti per le pubblicazioni e titoli scientifici;

d) 10 punti per il curriculum formativo e professionale.

In applicazione dell’art. 11 del DPR 220/2001, la determinazione dei criteri di massima per la valutazione dei titoli verrà effettuata dalla Commissione prima dell’espletamento della prova scritta.

 

ART.14

Convocazione dei Candidati e prove concorsuali

 

L’avviso per la partecipazione alla prova scritta verrà comunicato ai singoli candidati con almeno quindici giorni di preavviso e per i candidati ammessi alle successive prove pratica ed orale deve essere dato ai singoli candidati almeno venti giorni prima di quello in cui essi debbono sostenerla tramite raccomandata con avviso di ricevimento. La convocazione potrà essere cumulativa per tutte le prove con preavviso di almeno venti giorni rispetto a quelle di svolgimento.

In relazione al numero dei candidati la commissione può stabilire la effettuazione della prova orale nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso la comunicazione della avvenuta ammissione alla prova stessa sarà dato al termine dell’effettuazione della prova pratica.

Prova scritta: verterà su argomenti scelti dalla Commissione Esaminatrice attinenti la competenza professionale dei posti da ricoprire. La prova potrà consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica. Il punteggio massimo attribuibile è pari a trenta. Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.

L’ammissione alla prova pratica è subordinato al conseguimento del punteggio minimo previsto per la prova scritta.

Prova pratica: consisterà nell’esecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta.

Il punteggio massimo attribuibile è pari a venti. Il superamento della prova pratica è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.

L’ammissione alla prova orale è subordinato al conseguimento del punteggio minimo previsto per la prova pratica.

Prova orale: verterà sulle materie oggetto della prova scritta e della prova pratica La prova orale comprende oltre che elementi di informatica, anche la verifica della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua straniera a scelta tra l’inglese ed il francese.

Il punteggio massimo attribuibile è pari a venti. Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.

 

ART.15

Formulazione della Graduatoria e Conferimento dei posti

 

La Commissione, al termine delle prove d’esame, formula la graduatoria di merito dei candidati. La votazione complessiva è determinata sommando il voto conseguito dal candidato nella valutazione dei titoli e nelle prove d’esame: scritta, pratica ed orale.

E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove d’esame, la prevista valutazione di sufficienza.

La graduatoria di merito dei candidati sarà formulata secondo l'ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l’osservanza a parità di punteggio, delle preferenze previste dall’art. 5, comma 4, del D.P.R. n. 487/94 e successive modificazioni e integrazioni.

E’ dichiarato vincitore, nei limiti dei posti complessivamente messi a concorso, il candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito, tenuto conto di quanto disposto dalla legge 12 marzo 1999 n. 68 o da altre disposizioni di legge in vigore che prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini.

La graduatoria del concorso è pubblicata sul Buras

Per i termini di efficacia nonché le modalità di utilizzazione della graduatoria si opera integrale rinvio alla normativa di riferimento.

 

ART.16

Costituzione del rapporto di Lavoro

 

Il candidato dichiarato vincitore sarà invitato a presentare nel termine di trenta giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al concorso, i documenti di rito prescritti ai fini della formale stipulazione del contratto individuale di lavoro.

Scaduto inutilmente il termine assegnato per la presentazione della documentazione, l’Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del contratto individuale di lavoro.

Il rapporto di lavoro, è regolato, in materia giuridica, previdenziale ed economica dalle disposizioni normative e contrattuali (CC.CC.NN.LL.) previste per i dipendenti del servizio sanitario Nazionale.

 

ART.17

Tutela dei dati personali – Informativa sulla Privacy

 

I dati personali forniti dal candidato saranno raccolti presso il competente Servizio del Personale per le finalità di gestione della procedura concorsuale e saranno trattati anche successivamente, nell’eventualità di assunzione, per la gestione del rapporto di lavoro. Tali dati potranno essere sottoposti ad accesso da parte di coloro che sono portatori di un concreto interesse ai sensi della L. 241/90.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate ad altre Amministrazioni unicamente per l’adempimento di disposizioni di legge o per finalità attinenti alla posizione economica - giuridica del candidato.

L’interessato gode dei diritti complementari come tra cui il diritto di rettificare, aggiornare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Il conferimento di tali dati e l’autorizzazione al trattamento degli stessi, sono resi obbligatori ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione.

La presentazione della domanda di partecipazione alla presente procedura vale come esplicita autorizzazione all’Ente al trattamento dei propri dati personali, ai sensi del D.Lgs 196/2003, finalizzato agli adempimenti per l’espletamento della procedura stessa nonché, nell’eventualità di costituzione del rapporto di lavoro, per la finalità di gestione del rapporto stesso.

 

ART.18

Modifica, Sospensione e Revoca del Concorso

 

L’Azienda si riserva la facoltà di modificare, sospendere o revocare, in tutto o in parte, il presente concorso, riaprire o prorogare i termini di presentazione delle domande, a suo insindacabile giudizio ed in qualsiasi momento, senza che gli aspiranti possano sollevare eccezioni, diritti o pretese di sorta.

 

ART.19

Norme Finali

 

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso si rinvia alle disposizioni vigenti in materia.

Il Commissario Straordinario

Dr. Antonio Onnis